Coronavirus, presidente Hoffenheim finanzia la ricerca sul vaccino. E dice no a Trump?

Coronavirus

Nicolò Omini

Dietman Hopp, il presidente più insultato di Germania, finanzia un laboratorio che studia il vaccino per il coronavirus e avrebbe detto "no" a Trump che avrebbe offerto un miliardo di dollari per comprarlo a uso esclusivo

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Nur ein wort, solo una parola. Glückwünsche, complimenti a Dietmar Hopp. Sì, il proprietario dell'Hoffenheim, quel signore ottantenne insultato da quasi tutti i tifosi tedeschi negli ultimi anni, protagonista di un episodio surreale due settimane fa in Hoffenheim-Bayern Monaco: i tifosi bavaresi a insultarlo, partita sospesa e lo stesso Bayern che aveva deciso di rientrare in campo senza giocare aspettando il novantesimo, prendendo le distanze dalla propria curva per rispetto nei confronti di Hopp. Nello stesso weekend di Bundesliga, fra l'altro, erano state sospese altre partite per lo stesso motivo, da Colonia a Berlino.

 

Ok, ma perché complimenti? Dietmar Hopp non è solo l'Hoffenheim, ma un miliardario proprietario di un'azienda leader mondiale nell'informatica e fra le altre, cose, azionista di maggioranza di CureVac, laboratorio medico che sta lavorando allo sviluppo di un vaccino contro il coronavirus.

 

Secondo quanto riporta il Welt am Sonntag, il presidente USA Donald Trump avrebbe fatto arrivare a Hopp la proposta: compriamo il tuo laboratorio per un miliardo di dollari. Il New York Times riporta la smentita dell'Ambasciatore americano in Germania, mentre Hopp la chiude annunciando: ""Se dovessimo davvero trovare una cura, la metteremo a disposizione di tutto il mondo".

 

In Germania hanno ripensato subito tutti agli insulti di migliaia di tifosi, se volete chiamarli così, e alle parole di Hansi Flick, l'allenatore del Bayern che dopo quel pomeriggio surreale di fine febbraio aveva detto: voi non avete idea di chi state offendendo, Dietmar Hopp investe milioni nella ricerca medica. Solo dalla curva del Lipsia era arrivato il supporto nei suoi confronti, con una coreografia: peace and love. Che lui ha messo in pratica alla lettera, andando oltre l'ignoranza, i soldi e quell'offerta senza senso di Trump.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche