Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 marzo 2011

Leonardo salta di gioia: "Vittoria di cuore e grande calcio"

print-icon
leo

L'esultanza di Leonardo alla rete di Sneijder (Getty)

Il tecnico nerazzurro non sta nella pelle dopo la qualificazione ai quarti di finale ottenuta ai danni del Bayern: "Una gara organizzata benissimo che poi si è complicata. Ma l'abbiamo ripresa in mano". E Moratti ora vuole il Barcellona... LE FOTO

Guarda i video: le emozioni della Champions minuto per minuto

I gol della Champions da Sky Sport

( In basso il video con l'intervista a Leonardo )

La foto che rimarrà nell'immaginario collettivo lo vede a venti centimetri da terra. Leonardo salta di gioia dopo il gol di Sneijder, farà ancora meglio pochi istanti dopo la rete di Pandev che regala all'Inter il passaggio del turno : "Sono morto - esordisce con un sorriso a trentadue denti - ma spiegare questa partita è difficile. E' una vittoria del cuore, una partita organizzata benissimo ma che gli episodi ci hanno reso difficile. Abbiamo cercato di riprenderla in mano in un momento delicato, ma nel secondo tempo poi abbiamo mostrato anche un grande calcio. E per il gol di Pandev sono felicissimo: in un momento delicato ha fatto un gol della Madonna, sono contentissimo".

Il presidente nerazzurro Massimo Moratti, a fine gara, era ancora piuttosto teso: "E' stata una partita strana, da controllabilissima si è trasformata in una gara pericolosa. La squadra ha controllato bene quando poi si è sentita sicura di vincere e passare il turno. Questo è un gruppo molto unito e ha personalità: quando le partite si mettono male, l'Inter è in grado di ribaltarle". Ora chi si aspetta ai Quarti? "Il Real? No, ci troveremo il Barcellona. Ma se si vince, va bene così...".

Di vittoria del cuore ha parlato anche Cambiasso: "Sicuramente c’è grande soddisfazione perché avevamo impostato la partita con la consapevolezza di poter vincere. Era una partita difficile, ma sapevamo che se l’Inter faceva il suo lavoro poteva riuscire a passare il turno. Sembrava che tutto si mettesse dalla nostra parte con il gol fatto subito, poi un piccolo momento di sofferenza, poi grande gioco, grande carattere e cuore. Credo che per fare un’impresa così, per recuperare una partita che sembrava persa fuori casa, ci voglia soprattutto un po’ di cuore".