Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
04 aprile 2012

Real, tutto facile. Il Chelsea rischia ma va in semifinale

print-icon
spo

Il Real Madrid in semifinale di Champions: batturo 2-1 l'Apoel Nicosia. Gol storico dei ciprioti a 'Bernabeu' (Foto Getty)

Spagnoli e inglesi passano il turno e nel penultimo atto della Champions affronteranno rispettivamente Bayern Monaco e Barcellona. Nel ritorno dei quarti la squadra di Mourinho batte 5-2 l'Apoel, mentre quella di Di Matteo supera 2-1 un mai domo Benfica

VIDEO: tutti i gol da Sky Sport - i video effetto stadio

LE PAGELLE

Guarda la cronaca

Tutto secondo i piani, magari faticando più del previsto, per Real Madrid e Chelsea, che centrano le semifinali della Champions League, dove affronteranno rispettivamente Bayern Monaco e Barcellona. Gli spagnoli superano 5-2 l'Apoel Nicosia (0-3 all'andata), mentre i londinesi soffrono ma bissano la vittoria ottenuta in Portogallo (0-1) battendo un mai domo Benfica per 2-1.

E così la favola dell'Apoel, formazione cipriota, si ferma al Santiago Bernabeu. Gara senza storia, anche in virtù del risultato ottenuto dai blancos nel primo round. Gli ospiti si sono tolti però lo sfizio di segnare due gol in uno dei templi del calcio mondiale, rendendo più speciale la già storica avventura europea. Una delle due reti, la seconda per l'esattezza, porta la firma di Esteban Solari (rigore all'82'), fratello di quel Santiago che a Madrid giocò dal 2000 al 2005 per poi passare all'Inter (2005-2008) e nell'occasione spettatore in tribuna. Per il Real Madrid da segnalare la doppietta di Cristiano Ronaldo. Il portoghese ha ritrovato lucidità sotto porta. Fatto che appare determinante per il finale di stagione sia nella Liga che in Champions. Per Mourinho, poi, segnali incoraggianti arrivano anche da Kakà, autore del raddoppio (37').

Avanza anche il Chelsea, ma allo Stamford Bridge il finale è a dir poco da brivido. La vittoria ottenuta all'andata e il vantaggio arrivato su rigore con Lampard nel primo tempo (rigore al 21') rende fin troppo tranquili i blues. Gli ospiti macinano gioco e palle gol, mentre gli inglesi sono preda preda di numerose amnesie a centrocampo e in difesa. Il pareggio, che si concretizza all'85', è di Javi Garcia. Poco dopo la formazione di Jorge Jesus, con molta più benzina nelle gambe, sciupa una clamorosa occasione. L'estero di Olivera è una mezza follia. La resa arriva in pieno recupero, Raul Meireles chiude i conti. Un profondo sospiro di sollievo per il tecnico Roberto Di Matteo.

Guarda anche:
Milan, il sogno è finito. Il Barça fa tris: addio Champions
La vittoria del Barcellona sulle prime pagine dei quotidiani spagnoli