Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
05 novembre 2012

Milan e Juve al bivio, in Champions serve una vittoria

print-icon
paz

Pazzini ha ritrovato il gol contro il Chievo (Getty)

I rossoneri, rinvigoriti dal 5-1 sul Chievo, affrontano il Malaga: un successo significherebbe buone chance di passaggio agli ottavi. I bianconeri puntano sulla voglia di riscatto dopo la sconfitta contro l'Inter. A Torino arriva il Nordsjaelland

L'entusiasmo del Milan e la rabbia della Juve si trasferiscono dal campionato alla Champions in un quarto turno crocevia fondamentale per la qualificazione. Comincia domani il Milan, ringalluzzito dal 5-1 comodo contro un Chievo evanescente. Questa poderosa iniezione di autostima serve ad Allegri per rinsaldare la panchina, ma il tecnico si gioca molto nella sfida con la capolista Malaga: la squadra di Pellegrini è a punteggio pieno, ma sabato ha fatto harakiri in casa col Rayo e potrebbe essere un segnale di difficoltà. I rossoneri dovranno fare riferimento allo Zenit di Spalletti che segue in classifica di un punto i rossoneri e deve cercare di fare bottino pieno in casa dell'Anderlecht fanalino di coda.

Momento topico anche per la stagione della Juventus, reduce dal primo ko dopo 49 partite utili consecutive. In Champions i bianconeri hanno raggranellato tre pareggi e la qualificazione è diventata una salita ripida. Mercoledì  dovranno battere i danesi del Nordsjaelland pena una resa anzitempo. E ci vorrà una scossa vera visto l'appannamento fisico palesato anche contro l'Inter. Nell'altra gara il Chelsea, reduce da un pari deludente in Galles, ospita il sorprendente Shakhtar che domina il girone e che l'ha sovrastato nell'ultimo turno. Se la Juve vince torna in corsa.

Nelle gare di domani tiene banco il gruppo D, il più duro: il Real cerca vendetta col Borussia Dortmund che l'ha battuto con merito nell'ultimo turno. Spagnoli in salute (sabato facile 4-0 in Liga) mentre i tedeschi hanno giocato in Bundesliga col freno a mano (pari in casa), ma è l'appuntamento clou di martedì. Il City di Mancini, virtualmente fuori, prova a ottenere il primo successo ospitando l'Ajax dopo l'1-3 del terzo turno. Nel gruppo A il Psg, dopo il ko e l'espulsione di Ibra in campionato, cerca tre punti con la Dinamo Zagabria, cenerentola del girone, per avvicinare la qualificazione che invece centrerà il Porto, a punteggio pieno, se vince in casa della Dinamo Kiev. Scontro al vertice nel gruppo B tra Schalke e Arsenal con entrambe le squadre reduci da un ko in campionato.

Mercoledì tre punti obbligati per il Bayern contro il Lilla nel gruppo F, quello più ingarbugliato con tre capoliste a sei punti: le altre due, Valencia e Bate, se la vedranno tra di loro e i bavaresi potrebbero giovarsene. Qualificazione diretta per il Barcellona schiacciasassi (Vilanova in Liga va più veloce di Guardiola) se vincerà in casa del Celtic mentre tra Benfica e Spartak in gioco il secondo posto. Nel girone H stesso discorso per lo United che gioca in casa del Braga mentre il sorprendente Cluj può ipotecare la qualificazione se regolerà il Galatasaray.