Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
28 agosto 2013

Allegri: "Magari adesso mi dimetto...". Ma è una battuta

print-icon
mil

L'allenatore del Milan, Massimiliano Allegri (Foto Getty)

Dopo il successo contro il Psv l'allenatore del Milan spiazza tutti parlando di dimissioni, per poi precisare: "Visto che tanti si divertono a scrivere, una volta tanto mi metto anch'io a parlare". Il bersaglio dell'invettiva è Arrigo Sacchi

"Il passaggio del turno è meritato. Sono contento per i ragazzi, ma sono molto arrabbiato. Tensione per il clima da graticola nei miei confronti? Sono due anni che è così: magari domattina darò le dimissioni, mi prenderò la notte per decidere...". E poi aggiunge: "Sono due anni che si parla del prossimo allenatore del Milan: bisogna essere più obiettivi. Si pontifica troppo da fuori, ci vuole rispetto per il lavoro altrui". L'allenatore del Milan precisa poi che si trattava di una battuta, forse un po' una provocazione: "Dimissioni? E' stata una battuta. Meglio evitare confusioni anche se a volte un po' di confusione ci vorrebbe. Visto che tanti si divertono a scrivere, una volta tanto mi metto anch'io a parlare. Fa parte del gioco". Per la cronaca: il destinatario principe della protesta di Allegri è Arrigo Sacchi per ciò che ha scritto e detto, “Allegri deve cambiare, inventarsi qualcosa...”    

Galliani: "Allegri? Battuta, magari non di spirito" - "Per quanto riguarda le parole di Allegri, sono qui per dirvi, da parte sua, che si è trattato solamente di una battuta. Magari non di spirito, ma una battuta...": così Adriano Galliani ha chiarito la dichiarazione dell'allenatore del Milan.

Barbara Berlusconi: "In campo con l'approccio giusto" - "Il Milan è sceso in campo con l'approccio giusto. Abbiamo giocato con personalità": così Barbara Berlusconi commenta la vittoria del Milan. "Questo tipo di partite a inizio stagione non è mai semplice - ha notato la figlia del presidente rossonero Silvio Berlusconi -. Bene così, un Milan fuori dalla Champions League non riuscivo a immaginare".

Balo: "Voglio coppa e scudetto" - "All'andata abbiamo giocato bene ma siamo stati sfortunati, mentre qui li abbiamo ammazzati. In mezzo c'è stata Verona: lì abbiamo fatto male, ma può succedere ed è meglio che sia successo alla prima di campionato. Io voglio vincere sia scudetto sia Champions, l'importante è pensare partita per partita". Queste le prime battute di Mario Balotelli, ai microfoni di Sky Sport, dopo la vittoria del Milan sul Psv Eindhoven in Champions League. "E' un bel passo per arrivare al vero Milan - ha detto poi l'attaccante rossonero -. Siamo insieme da gennaio e cerchiamo di crescere insieme". Balotelli ha anche dedicato il passaggio del turno a Mino Raiola ("Mi scuso con il presidente Berlusconi, ma la dedica è sua") e, paragonato a Ibrahimovic, ha detto sorridendo che "l'onore è tutto per lui".