Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
17 settembre 2013

Benitez ci crede: "Borussia super, ma noi abbiamo fiducia"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Alla vigilia della gara con i tedeschi, l'allenatore del Napoli carica la squadra: "Non giocheremo con un atteggiamento difensivo, loro hanno un sistema collaudato ma noi possiamo fare cose importanti". Appello ai tifosi: "Possono fare la differenza"

"Il Borussia è forte. Ma contro di noi, se giochiamo al 100%, sarà difficile per tutti". Il  Borussia Dortmund è un peso massimo della Champions League, ma il Napoli di Rafa Benitez comincia "con fiducia" l'avventura continentale. Gli azzurri domani ricevono i tedeschi al San Paolo. "La mia non è arroganza: se continuiamo a crescere, possiamo fare  cose importanti. Questa non è una gara decisiva, ma è un match importante contro una squadra forte: mi aspetto una sfida spettacolare. Siamo all'inizio di un nuovo progetto, dobbiamo lavorare ancora tanto", dice il tecnico spagnolo.

Gioco offensivo - Nelle prime 3 giornate di campionato, il Napoli ha proposto un gioco offensivo che ha portato a 3 successi. "La squadra cercherà di giocare come deve. Se deve attaccare, attaccherà. Se deve difendersi, si difenderà. Di sicuro non partirà per giocare con 11 calciatori dietro la linea del pallone", dice Benitez.

Senza pressioni - "Il Dortmund è molto forte fisicamente e ha un sistema collaudato da 6 anni. Se vinciamo, il nostro lavoro diventerà un po' più facile. Altrimenti, come dico sempre, continueremo a lavorare per vedere dove possiamo arrivare. E tra 2-3 mesi vediamo dove siamo", prosegue. L'esordio in Champions presenta ovviamente difficoltà superiori rispetto alle gare disputate contro Bologna, Chievo e Atalanta. "Cercheremo di fare il nostro dovere, soprattutto giocando in casa, ma sappiamo che la qualità del Borussia è diversa  rispetto a quella delle squadre che abbiamo incontrato sinora. Se c'è qualcosa da aggiustare, la aggiustiamo", aggiunge senza escludere un atteggiamento più prudente.

Il 12° uomo in campo - Con tanti impegni ravvicinati, tra campionato e Champions, è scontato un turn over parziale: "Ci sarà qualche cambio, ma non dico quali saranno", afferma Benitez, che si aspetta un aiuto importante dal pubblico del San Paolo: "Sono sicuro che i nostri tifosi faranno la differenza nel pieno rispetto delle regole". "E' un girone molto difficile, dobbiamo sfruttare al massimo le gare casalinghe perché il San Paolo con la sua spinta può fare la differenza. Abbiamo fiducia nelle nostre qualità, sappiamo d'incontrare una squadra forte.