Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
03 novembre 2013

Marchisio: "Possiamo battere il Real"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Il centrocampista bianconero crede nell'impresa in Champions contro i Blancos: "In Spagna siamo riusciti a difenderci bene, ad avere possesso palla e a creare pericoli. Dovremo puntare sui nostri tifosi che trasformeranno lo stadio in una bolgia"

Tre vittorie consecutive, zero gol subiti e Roma sempre a tiro. Il modo migliore per approcciare una settimana di fuoco. Alla Juventus non c'è nemmeno il tempo di godersi il tris di vittorie con Genoa, Catania e Parma perchè martedì arriva a Torino il Real Madrid, una sfida chiave per il cammino in Champions dei bianconeri. La squadra di Conte ci arriva con una difesa finalmente solida ed è "molto importante - spiega Claudio Marchisio in conferenza stampa - anche perchè prima subivamo poco e prendevamo gol, invece non solo non incassiamo reti, ma non concediamo neanche occasioni".
Un dato fondamentale per la supersfida con i blancos. "All'andata abbiamo avuto delle buone occasioni anche con l'uomo in meno, quando dovevamo per forza di cose abbassarci per difendere - ricorda il Principino - Rimpianti? Quelli ci sono più per la partita contro il Galatasaray. Il Real ha giocatori molto forti in avanti che a volte aiutano meno in fase difensiva e quindi concedono abbastanza. Noi in Spagna siamo riusciti a difenderci bene, ad avere possesso palla e a creare pericoli. Dovremo puntare su quello e sui nostri tifosi che trasformeranno lo stadio in una bolgia".

A Madrid Conte cambiò modulo, adottando un 4-3-3 in cui Marchisio agiva da esterno destro nel tridente. "Mi sono trovato bene. Dovevo fare attenzione alla spinta di Marcelo e sacrificarmi, ma lo hanno fatto tutti, come è giusto che sia quando si affrontano grandi campioni". La Juve dovrà ripetere la prestazione del Bernabeu, sperando che non ci siano altri episodi sfavorevoli. "L'espulsione di Chiellini all'andata ha cambiato la partita, ma anche in dieci abbiamo comunque disputato un'ottima gara come attenzione e occasioni create ed è quello che dovremo fare anche martedì sera".

"Dobbiamo fare attenzione al loro contropiede e a giocatori come Ronaldo e Bale, che quando ripartono sono velocissimi - avverte Marchisio - non abbiamo molto tempo per preparare la gara, ma partite simili danno motivazioni tali che questo conta poco". Motivazioni ne avrà anche il Real, più volte oggetto di critiche da parte della stampa spagnola. "Era lo stesso anche con Mourinho o altri allenatori. E' come alla Juve, se si sta lontani dal primo posto, anche dopo due scudetti consecutivi, si parla di problemi. Il Real ha grandi campioni, spende molto ed è circondata da aspettative enormi. Ancelotti è un ottimo allenatore e ha fatto bene ovunque è andato. Gli auguro di fare altrettanto al Real, ma nella Liga, non in Champions...".

E dopo il Real, occhio al Napoli. "Ma questa squadra dopo due scudetti è migliorata, con giocatori nuovi e rosa più ampia - chiosa Marchisio - dobbiamo crederci fino in fondo e giocarcela in entrambe le partite".