Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
26 novembre 2013

L'imperativo di Conte: "Bisogna battere il Copenaghen"

print-icon
con

Antonio Conte e Fernando Llorente in conferenza stampa prima di Juve-Copenaghen

Il tecnico bianconero presenta così la sfida con i danesi: "Ci sarà un domani se vinceremo, altrimenti no. Essere tornati in testa alla campionato non cambia assolutamente nulla: con il Copenaghen è una partita fondamentale, da vincere assolutamente".

"Ci sarà un domani se vinceremo, altrimenti no. Essere tornati in testa alla campionato non cambia assolutamente nulla: con il Copenaghen è una partita fondamentale, da vincere assolutamente". Antonio Conte presenta così la sfida europea della Juve con i danesi, decisiva per il cammino europeo dei bianconeri. "Il fatto di dover vincere a tutti i costi - aggiunge il tecnico juventino - rende la gara molto difficile, ma al tempo stesso molto semplice: non abbiamo via d'uscita che non sia il successo. Ma sono comunque sereno: alleno ragazzi che, da due anni e mezzo, affrontano partite da dentro o fuori, con grandi pressioni e grandi responsabilità".

Conte domani dovrà ancora rinunciare a Barzagli e si affiderà ancora alla coppia Tevez-Llorente. "Stanno facendo molto bene - chiosa l'allenatore - e si sono guadagnati i gradi di titolare. Ma non dimenticherei Quagliarella, Giovinco e Vucinic, uomini che in questi due anni ci hanno fatto vincere tanto".