Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
01 aprile 2014

Diego-Neymar, gol brasiliani al Camp Nou. United-Bayern 1-1

print-icon
die

Diego Ribas da Cunha, alla Juve nella stagione 2009-2010, ha sostituito al meglio l'infortunato Diego Costa (Getty)

L'Atletico Madrid ferma il Barcellona passando in vantaggio con un gol dell'ex juventino, entrato al posto di Diego Costa. Neymar pareggia i conti. Stesso risultato a Manchester: Schweinsteiger risponde a Vidic

BARCELLONA-ATLETICO MADRID 1-1
56' Diego (AM), 71' Neymar (B)

Guarda la cronaca del match


Botte nel primo tempo, botti nella ripresa. Il quarto di finale tutto spagnolo tra Barça e Atletico Madrid è deciso da reti brasiliane: al Camp Nou vanno a segno l'ex juventino Diego e Neymar. Finisce 1-1, con gli infortuni di Piqué da una parte e Diego Costa dall'altra. Un altro pareggio, che si somma ai tre precedenti stagionali, tra Liga e Supercoppa di Spagna.

Gerardo Martino, orfano di Valdes (rottura del crociato nella partita di Liga contro il Celta) deve affidarsi a Pinto, già impiegato in Champions nella fase a gironi contro Ajax e Celtic. Davanti al 38enne portiere schiera un 4-3-3 con Piqué e Mascherano coppia di centrali, Dani Alves e Jordi Alba terzini; Busquets, Xavi e Fabregas alle spalle di Iniesta, Neymar e Messi. Simeone risponde con Courtois tra i pali; Miranda e Godin centrali, Juanfran e Filipe Luis terzini; Gabi e Tiago in un centrocampo che vede Arda Turan e Koke sulle corsie. Davanti Diego Costa e David Villa. Ma le due formazioni sono destinate a cambiare nel giro di mezz’ora: dopo 12’ Piqué è vittima di una brutta caduta ed è costretto a lasciare il campo. Forte contusione al bacino, difficile che recuperi per il ritorno: al suo posto entra Bartra. Gli ospiti del Camp Nou sono ancora più sfortunati perché ad infortunarsi è il leader dei Colchoneros: sei gol nelle ultime cinque partite, Diego Costa si stira e Simeone inserisce il brasiliano ex Juve Diego. Una brutta tegola, da cui però deriva la gioia più grande per i biancorossi di Madrid.

Nella ripresa, infatti, è proprio un fulmine di Diego che tramortisce il Barça. Gran botta da fuori e gol pesantissimo, perché segnato fuori casa. E' il 56'. Un quarto d'ora dopo, Iniesta trova un passaggio filtrante degno del suo soprannome: l'Illusionista imbecca Neymar che dalla sinistra non dà scampo a Courtois con un destro a giro calibratissimo.
Inutile l'assalto finale dei padroni di casa, che vanno vicini al 2-1 con Messi su calcio di punizione ma trovano nel portiere belga un'autentica saracinesca. Il risultato di parità, a sei giorni dalla gara del Vicente Calderon, è a favore della squadra di Simeone in virtù del gol segnato fuori casa. Ma i Colchoneros dovranno fare a meno di Diego Costa, fermato da una lesione muscolare.

MANCHESTER UTD - BAYERN MONACO 1-1
58' Vidic (M), 67' Schweinsteiger (BM)

Guarda la cronaca del match


Detto onestamente una vittoria del Manchester United avrebbe dato maggior sapore e un pizzico di imprevedibilità in vista del ritorno. Ma forse all'Old Trafford il pari è il risultato più giusto che rispecchia due stili di gioco tra loro diversissimi e che premia l'attenzione difensiva posta dai Red Devils che hanno badato soprattutto a chiudere il gioco del Bayern fatto di fitte trame, di tocchi ravvicinati e improvvise aperture per attaccare l'avversario sul lato scoperto. David Moyes si è affidato alle verticalizzazioni per Wellbeck e Rooney che talvolta hanno messo in apprensione i due centrali del Bayern, quello di ruolo Jerome Boateng, e quello adattato Javi Martinez, più portato a costruire il gioco che a difendere la profondità.

E dopo un possesso palla in percentuale largamente favorevole alla squadra di Guardiola, incapace di sbloccare il risultato per l'ottima interpretazione data al ruolo da Rio Ferdinand e Nemanja Vidic, è stato proprio quest'ultimo a trovare la rete del vantaggio per i suoi sfruttando una disattenzione difensiva in marcatura del Bayern per punire Neuer di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

Subìto il gol, Guardiola ha dato maggior peso al gioco offensivo inserendo Mandzukic al posto di un pur positivo Mueller. E il pareggio non ha tardato ad arrivare con un'azione da manuale costruita da Robben che ha allargato le maglie della difesa dello United prima di servire Rafinha che ha pennellato un cross perfetto per la testa di Mandzukic il quale, a sua volta, ha appoggiato per l'accorrente Schweinsteiger che da pochi metri non ha sbagliato. Il tedesco però sarà costretto a saltare la gara di Monaco di Baviera a causa dell'espulsione rimediata nel finale (doppio giallo).

Negli ultimi 20' il Bayern ha provato a portare a casa il risultato pieno, ma lo United ha resistito strenuamente ad ogni tentativo dei tedeschi che, tuttavia, hanno dato l'ennesima dimostrazione di forza al cospetto di un Manchester apparso migliore di quello visto per gran parte del campionato, anche se a Monaco, per gli uomini di Moyes, sarà durissima.