Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
25 novembre 2014

Allegri: "Juve, devi vincere". Tevez: "Il campo è pessimo"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Alla vigilia della sfida contro il Malmoe, l'allenatore bianconero carica i suoi: "Abbiamo le carte in regola per fare un risultato positivo". L'attaccante critica il terreno di gioco: "Non è l'ideale per nessuna delle due squadre"

Massimiliano Allegri non vuol sentir chiacchiere: la Juventus deve fare una prestazione convincente in casa del Malmoe: tre punti in Svezia le farebbero fare grossi passi verso la qualificazione agli ottavi di Champions League. "Domani sarà un'altra gara rispetto alle trasferte precedenti. Conta il risultato, dobbiamo essere veloci e svegli", dice il tecnico dei campioni d'Italia. All'andata, la Juve si è imposta per 2-0 in un match a senso unico.

Malmoe forte in casa -
"Il Malmoe gioca differentemente in casa, e sono più aggressivi. Hanno dimostrato un buon calcio qui", ha detto sugli avversari, reduci dalla sconfitta casalinga per 3-0 contro l'Atletico Madrid. "Penso che il Malmoe sia stato sfortunato contro l'Atletico, ha avuto le chance migliori. Domani sarà dura", ha aggiunto. L’allenatore bianconero non vuole sentire alibi, nemmeno il terreno di gioco, in condizioni poco ideali: “Il campo è questo: dobbiamo adattarci velocemente perché domani dobbiamo vincere”.

Tevez: "Tutto nelle nostre mani" -
"Abbiamo buone possibilità di passare il turno. Non voglio parlare di percentuali, ma è tutto nelle nostre mani". Carlos Tevez e la Juventus vogliono vincere in Svezia per fare passi da gigante verso gli ottavi di finale di Champions League. I bianconeri si preparano a far visita al Malmoe nella quinta giornata del Girone A. I campioni d'Italia non hanno alternative: "Dobbiamo vincere", dice Tevez. "Abbiamo ottime chance di passare alla fase ad eliminazione diretta", ha aggiunto l'attaccante argentino.

Terreno di gioco pessimo - La Juve dovrà far gioco su un campo che non si presenta in condizioni ideali. "Il terreno da gioco non è ideale per entrambe le squadre. Dobbiamo mostrare che possiamo giocare anche qui – ha proseguito l’Apache -. Ci  siamo sempre allenati a Vinovo per le trasferte di Champions e appena  arrivati abbiamo esplorato il campo". Capitolo tattico: "Il modulo di  gioco per me non fa differenza. Il mister mi dà sempre libertà di giocare dove preferisco. Posso giocare come punta principale o arretrare per venire a prendere il pallone, qualunque sia il modulo".