Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
14 aprile 2015

Verso Juve-Monaco, l'insidia di una squadra che va di fretta

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

I francesi sono arrivati in aereo a Torino in 25 minuti. Viaggio veloce come veloce è la voglia di crescere della squadra di Jardim. Ma anche i bianconeri vogliono finalmente raccogliere in Europa i frutti di un lavoro pronto a pagare. Pirlo giocherà

A Torino é arrivato in aereo. Nizza Caselle: 25 minuti di viaggio. Hanno impiegato di più a scaricare i bagagli.


Il Monaco é così: va di corsa e sorprende. In Ligue 1 non perde da 8 giornate, 5 vittorie 3 pareggi, e si é arrampicato al terzo posto che garantisce i preliminari di Champions. In Europa vuole continuare a sognare. Il Monaco dei giovani per l'impresa. Resistere all'assalto della Juve e poi colpirla negli spazi: la strategia in fondo sarà la stessa che nella partita di andata ha creato i presupposti per eliminare l'Arsenal.

Nella probabile formazione titolare 4 giocatori hanno meno di 23 anni. Il più giovane é il 19enne attaccante Anthony Martial. Preso dal Lione due anni fa per 5 milioni di euro. Nove gol nel 2015, 5 nelle ultime 8 partite di Ligue 1. Sará l'unica punta di ruolo nel 4-2-3-1 di Jardim con Carvalho verso la panchina ma con Toulalan recuperato. Al suo fianco Kondogbia, 22 anni, osservato dai grandi club, Juve compresa. Il presente é un sogno da alimentare. I ragazzi del Monaco sono pronti a viverlo.

Per quanto riguarda, invece, la Juventus. La notizia più bella è quella del recupero di Pirlo. Allegri tornerà a schierarlo nel centrocampo bianconero.