Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
12 maggio 2015

Ancelotti per la storia: vogliamo la seconda finale di fila

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

L'allenatore del Real crede nella rimonta dopo il 2-1 di Torino : "Vedo la squadra concentrata, c'è entusiasmo, una voglia incredibile di passare questa semifinale e centrare un'impresa storica, giocare la finale di Champions per due anni consecutivi"

Carlo Ancelotti crede nella rimonta del suo Real Madrid sulla Juventus, dopo il 2-1 di Torino. "Vedo la squadra concentrata, c'è entusiasmo, una voglia incredibile di passare questa semifinale e centrare un'impresa storica: giocare la finale di Champions League due anni di fila" ha detto il tecnico in conferenza stampa. "Chiederò concentrazione massima, questa è la cosa più importante - ha proseguito Ancelotti alla vigilia della sfida -, con Siviglia e Valencia abbiamo giocato bene, ci è mancata solo la concentrazione nei piccoli dettagli". Ancelotti risponde poi per le rime all'agente di Bale, secondo il quale il gallese riceve pochi passaggi dai compagni: "Non ha mai visto un nostro allenamento, non conosce l'ambiente. I compagni stanno bene con Bale e lui sta bene con i compagni". Ancelotti difende poi il portiere Casillas, bersaglio ultimamente di fischi e critiche: "E' una garanzia ed ha la nostra piena fiducia".


La carica di James Rodriguez
- Il colombiano è sicuro che la sua squadra giocherà contro  la Juventus "un match epico" nel ritorno della semifinale di Champions League in scena al Santiago Bernabeu. "Dobbiamo rimanere concentrati.  Domani sarà una partita epica, unica. Dovremo essere in forma affinché tutto vada bene", ha detto il colombiano in conferenza stampa. Rodriguez non ha dubbi sul supporto del Bernabeu: "Tutti ci sosterranno. Vogliamo che ci incitino su ogni pallone, il pubblico dovrà essere il 12esimo giocatore in campo". L'attaccante ha poi spiegato quali sono secondo lui le chiavi di lettura della partita: "Dobbiamo giocare con intensità e stare molto attenti a tutto. Loro giocheranno con almeno 5 uomini dietro, e noi dovremo cercare di segnare il più velocemente possibile in modo che ci possano lasciare degli spazi", l'analisi del colombiano. "Dovremo tenere la superiorità numerica e segnare più gol possibili. Abbiamo giocatori in grado di farlo", conclude.