Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
27 agosto 2015

Marotta: "Il girone è equilibrato. Non ci spaventa nulla"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

L'amministratore delegato della squadra bianconera ha parlato a margine del sorteggio per i gironi eliminatori della Champions: "Draxler? Da noi il singolo non conta. Ibra? Fantasie. Llorente? Saremo contenti di affrontarlo, ma speriamo di vincere noi". Allegri in un tweet: "Sfide dure, ma ce la faremo"

"Siamo la Juve e non dobbiamo temere nulla, affrontiamo tutti nel modo giusto e faremo risultato. Siamo consapevoli che dobbiamo passare il turno, c'è sempre la maglia della Juve da onorare nel migliore dei modi. In questo girone (Juve, City, Siviglia e Borussia Moenchengladbach, ndr) non c'è una squadra cuscinetto, né per noi né per gli altri. E' un girone equilibrato, tutte le gare sono da giocare per tutte". Lo ha dichiarato il dg della Juventus Beppe Marotta, commentando l'esito del sorteggio che ha determinato i gironi di Champions League di questa stagione.

 

Il trequartista - "Draxler? Il calcio è un gioco di squadra, il singolo non è determinante. Per la Juve parla la storia della società, il palmares, il valore dei giocatori e di un gruppo che in Italia ha vinto 4 scudetti di fila ed ha fatto bella figura in crescendo in Europa", ha detto Marotta che troverà LLorente, ceduto al Siviglia, da avversario.

 

Ibra alla Juve, è fantasia - "Questo è il bello del calcio. Fernando è un bravo giocatore e un ottimo uomo, ci fa piacere incontrarlo anche se speriamo di vincere noi. Voci su Ibra? Assolutamente fantasiosa, non abbiamo in mente questo profilo di calciatore pur apprezzandone la qualità. Smentisco, anche se non è facile in questo momento trovare giocatori per la Juventus".