Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
14 settembre 2015

Allegri sprona la Juve: "Voglio intensità, coraggio e tecnica"

print-icon
all

Allegri si auspica un pronto riscatto per la sua Juventus (Getty)

Sono le caratteristiche che la Juve dovrà avere nella prima gara di Champions League contro il Manchester City. Secondo l'allenatore bianconero è solo questione di tempo per vedere una squadra di livello: "Abbiamo cambiato tanto ma dobbiamo avere l'ambizione di stare tra le prime otto d'Europa"

"Servirà una gara d'intensità, coraggio, tecnica ma anche di grande attenzione perché abbiamo di  fronte una delle squadre più forti d'Europa". L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri sprona la sua squadra alla vigilia dell'esordio nel girone di Champions League contro il Manchester City all'Etihad Stadium. "Sarà la prima delle sei partite del girone e il nostro obiettivo è passare il turno - aggiunge il tecnico bianconero in conferenza stampa -. Dobbiamo avere l'ambizione di stare tra le prime 8 d'Europa ma per farlo si deve giocare bene. Ci serve una grande prova per aumentare l'autostima. Domani avremo la possibilità di trovare spazi e giocare, come capita in Europa dove le partite sono molto diverse dalla Serie A".

Allegri spiega poi il momento difficile della squadra ancora a secco di vittorie in campionato dopo 3 partite: "Abbiamo cambiato 10 dei 22 giocatori di movimento, ci vogliono tempo e lavoro per trovare un equilibrio e soprattutto farli giocare insieme. Nelle prime tre giornate la squadra ha dato tutto, ci sono mancati i gol e siamo stati un po' sfortunati. Ora l'unica cosa da fare è lavorare e cercare di fare i risultati, perché tutto dipende da quelli".

Allegri sottolinea come in questo momento la squadra sia ancora un cantiere: "Neanche noi sappiamo dove questa squadra può arrivare. Ora parlare di scudetto, Coppa Italia, non ha senso, bisogna stare zitti e lavorare". Con le assenze di Marchisio e Khedira possibile l'esordio di Mario Lemina: "Lui può giocare anche da mezz'ala di contenimento ma ha buoni piedi e geometrie. Sabato c'è stato un grande dispendio energie, quindi devo valutare bene la formazione da mandare in campo. Cuadrado? Contro il Chievo ha fatto bene ma ha bisogno di giocatori che possano sostenerlo", sottolinea Allegri che chiude esaltando Pogba: "Lui con le sue qualità e caratteristiche ci deve trascinare".