Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
17 febbraio 2016

Spalletti: a differenza del Real non siamo stati bravi a concretizzare

print-icon
spa

Tutta la delusione di Luciano Spalletti a fine partita (Getty)

L’allenatore della Roma dopo lo 0-2 dell’Olimpico è amareggiato: "I tifosi hanno applaudito perché hanno visto lo sforzo dei ragazzi e hanno capito che siamo stati anche sfortunati". Pallotta: "La squadra ha giocato alla grande e io sono orgoglioso dei ragazzi". Florenzi: "Fa male vedere un tabellino così"

"Stasera i tifosi hanno applaudito perché hanno visto lo sforzo dei ragazzi e hanno capito che siamo stati anche sfortunati". Luciano Spalletti accoglie così la risposta del pubblico alla partita della squadra contro il Real Madrid. "Non siamo stati bravi a concretizzare, a differenza del Real, e dopo il primo gol siamo arretrati troppo, siamo stati un po' timorosi e poi perdiamo in equilibrio. E' un nostro difetto, dobbiamo migliorare", ha spiegato poi l'allenatore giallorosso. "Tutti hanno fatto bene, anche nel primo tempo dove dovevamo sfruttare meglio la superiorità a centrocampo ma non posso che essere soddisfatto per la prestazione - ha aggiunto Spalletti -. Non voglio toccare il discorso fisico perché poi concedi un alibi ai ragazzi: se alcuni miei giocatori non ce la fanno dal punto di vista fisico rispetto all'avversario non voglio dirglielo perché manderei un brutto messaggio".

L'orgoglio di Pallotta - "Non sono assolutamente scontento, la squadra ha giocato alla grande e io sono orgoglioso dei ragazzi. E se l'arbitro fa la chiamata giusta su Florenzi pareggiamo". Nonostante il 2-0 subito all'Olimpico col Real Madrid, James Pallotta fa i complimenti alla sua Roma. Il presidente, che ha seguito la sfida dagli Usa, confessa all'ANSA di essere soddisfatto da tutto gruppo di lavoro giallorosso: "Ripeto, sono molto felice per come abbiamo giocato ed entusiasta del nostro staff tecnico. Non potrei essere più felice per come hanno lavorato nell'ultimo mese". Parole dolci poi per Spalletti: "Con questo allenatore non potremo che migliorare. E io tornerò a Roma ai primi di marzo e sarò a Madrid per seguire la gara di ritorno".

Il disappunto di Florenzi - "Abbiamo fatto una delle migliori partite stagionali contro un top club che lotterà con altre due o tre squadre per vincere la Champions. Fa male vedere un tabellino così, i tifosi ci hanno applaudito perché hanno visto che abbiamo lottato fino alla fine, la strada è quella giusta". Queste le parole del giallorosso Alessandro Florenzi dopo il 2-0 subito all'Olimpico dal Real Madrid, secondo il quale "per il ritorno dobbiamo ripartire dalla Roma di questa sera e anche al Bernabeu non dovremo mollare niente".

"Poi ci vuole anche un po' di fortuna e di buon senso, in occasione di un possibile rigore, ma è l'arbitro che decide - ha sottolineato il numero 24 della Roma parlando della sfortunata sua deviazione sul tiro di Ronaldo che è valsa l'1-0 -. E' un giocatore a cui non puoi concedere niente, può andare a destra o a sinistra e non cambia niente. Sul gol sono stato anche sfortunato, ho deviato il tiro e la palla si è infilata proprio sotto la traversa".