Dybala-Higuain, le chiavi per battere il Barça

Champions League

Giovanni Guardalà

I bianconeri pronti ad affrontare la sfida contro i bluagrana senza paura. Recuperati Mandzukic e Pjanic, Allegri opterà per un modulo offensivo. In Spagna il più temuto è l'argentino ex Palermo. El Pipita pronto a scrollarsi l'etichetta di giocatore poco incisivo nelle partite che contano

Tutti dentro. Per la sfida di andata contro il Barcellona, Allegri riabbraccia anche Mandzukic e Pjanic, reduci da leggeri infortuni. E allora è la sfida per dimostrare all'Europa che le squadre italiane possono giocare senza paura e con tanti giocatori di qualità, anche se di fronte c'è il Barcellona. "Non dico la formazione, ma i quattro davanti giocano tutti, non vedo perché bisogna rinunciare, è una sfida bella da giocare e va giocata con la consapevolezza e la convinzione di poter andare avanti", ha detto Allegri in conferenza stampa.

Niente paura dunque, nessun pensiero di vendetta per quella finale del 2015, ma piuttosto, come ha detto Buffon, un esame importante perché il Barça è, di fatto, la stessa squadra di Berlino, mentre la Juventus è completamente diversa o quasi: senza Pirlo, Vidal, Tevez e Morata ma con Khedira, Pjanic, Cuadrado, Dybala e Higuain. Soprattutto dagli ultimi due dipende il passaggio del turno. Dybala è il più temuto in Spagna, già viene paragonato ai grandi attaccanti del Barça e quando lui si accende, si accende Higuain. El Pipita che ha voglia di togliersi di dosso quell'etichetta di calciatore fortissimo che nelle grandi sfide, però, non riesce a incidere. Il Barcellona è avvisato.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche