Da Vidal a Pogba, ecco chi non ha creduto nel progetto Juve

Champions League
Paul Pogba e Arturo Vidal ai tempi della Juventus (Getty)
pogba_vidal_getty

Dopo il 2-0 al Monaco, i bianconeri mettono un piede e mezzo in finale di Champions. Entusiasmo, sorrisi e... rimpianti (degli altri)? Forse, perché dal 2015 ad oggi sono diversi i giocatori che hanno lasciato Torino per cercare fortuna altrove e tentare di vincere in Europa. Almeno fin qui, senza riuscirci

C’è una Juve che vince e convince. Una Juve che ne fa due al Monaco e mette un piede (e mezzo) in finale di Champions. Gli scaramantici diranno che c’è ancora il ritorno e che tutto può accadere, ma la doppietta di Higuain trasmette sicurezza. Protagonista assoluto, il Pipita. Come Barzagli, Marchisio, Dybala e Gigi Buffon, con una parata al 90esimo simile a quella in finale contro la Francia nel Mondiale di Germania, su colpo di testa di Zidane. E’ grande Juve. Tuttavia, c’è un dato da sottolineare: tutti quei giocatori che in questa Juve non ci sono. Quelli che negli ultimi anni, per vari motivi, hanno preferito lasciare Torino per cercare fortuna altrove. E magari sì, vincere la Champions: è il caso di Pogba, Vidal, Coman e non solo. 

Barzagli: "Vidal e Pogba? Mah, sono scelte..."

Tra i principali indiziati ci sono proprio Vidal e Pogba. Il tutto, inoltre, è sintetizzato da una vecchia intervista di Barzagli rilasciata a Tuttosport: “Mah, sono scelte. Nessuno si può aspettare che vai via e l’anno dopo una squadra va in semifinale di Champions. Pogba l’ho visto in videochiamata proprio prima della partita col Genoa, ci siamo salutati. È normale che da un lato sarà contento, ma dall’altro sicuramente gli sarebbe piaciuto esserci. È così. Ora tifa per noi, ci mancherebbe”. Vidal si è trasferito al Bayer per puntare la “coppa dalle grandi orecchie”. Tuttavia, dal suo trasferimento in Germania, non ci è andato neanche vicino: nel 2016 l’eliminazione in semifinale con l’Atletico, mentre nel 2017 out ai quarti col Real Madrid.

Da Pogba a Morata

E Pogba? Via in estate per un trasferimento record, ritorno al Manchester United. Red Devils in semifinale di Europa League e motivazioni differenti: “Quando me ne sono andato dal Manchester United sapevo che prima o poi sarei tornato. È come se fossi andato in vacanza, e sono tornato. Non è cambiato nulla. Ho visto la Champions vicina a me, siamo stati così vicini a vincerla che mi ha reso ancora più affamato. Dandomi ancor più motivazioni per vincerla”. Coman, invece, non rimpiange minimamente la Juventus. Anzi, è stato anche riscattato dal Bayern e in una recente intervista su TF1 ha parlato anche così: “Tornare alla Juventus? La cosa migliore per la mia carriera sarebbe restare al Bayern Monaco”. Nessun rimpianto. Diverso è il caso di Alvaro Morata, che dopo il 3-0 del Real Madrid all'Atletico ha blindato la finale. L'attaccante non sta trovando molto spazio, ma con tutta probabilità giocherà contro quella che è stata la "sua" Juventus. Il suo passato a tinte bianconere. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport