Juventus, Bonucci e Dybala: "A Cardiff per vincere la Champions"

Champions League
bonucci_dybala_esultanza_getty

Leonardo Bonucci sulla finale di Champions League: "Ci arriva una squadra matura, a Cardiff per giocare la partita più bella della storia della Juventus". Dybala: "La finale è un sogno, ora vogliamo vincere la coppa"

Biglietto aereo per Cardiff, appuntamento con la storia per la Juventus. I bianconeri, dopo aver eliminato il Monaco in semifinale, andranno a giocarsi ora la finalissima di Champions League. La seconda in tre anni, con la consapevolezza di poter tornare a Torino con il trofeo questa volta. Come dichiarato anche da Leonardo Bonucci: "Siamo cresciuti rispetto a due anni fa, allora eravamo la sorpresa – spiega il difensore - Ora, con il percorso che abbiamo fatto, siamo una certezza. In questa Champions League abbiamo dimostrato di essere una grande squadra, andiamo a Cardiff con la consapevolezza di poterla portare a casa".

"A Cardiff la partita più bella della storia"

Il 3 giugno la grande notte di Cardiff, per riscattare la sconfitta di due anni fa: "Alla finale arriva una squadra matura, consapevole dei propri mezzi – prosegue Bonucci - A Berlino avevamo un centrocampo grandioso, quest’anno abbiamo dimostrato di non essere da meno. Pjanic, Khedira e Marchisio hanno dimostrato di essere a proprio agio con questo modulo. Ora bisogna solo andare a Cardiff per fare la partita più bella della storia della Juventus. Questo cambio di modulo ci ha dato una dimensione europea, a patto che tutti però si sacrifichino". Rabbia soltanto per il gol subito nel finale. "Il gol preso stasera fa rosicare, arrivato per distrazione. Nel momento in cui abbiamo abbassato la tensione, in quei cinque o dieci minuti in cui non pressavamo più, era nell’aria. Dobbiamo migliorare in questo, nel calcio non bisogna dare nulla per scontato". 

Dybala: "La finale è un sogno, adesso vogliamo vincerla"

Tutta la felicità di Paulo Dybala, l’attaccante argentino ha parlato così al termine della sfida con il Monaco: "E’ una giornata bellissima per tutti, è un sogno. Questa finale era il nostro obiettivo da inizio stagione, siamo molto felici ma ancora non è finita: vogliamo vincere la finale. Spero di essere determinante per aiutare la mia squadra ma è ancora lunga, abbiamo altre gare prima di Cardiff. Cinque anni fa ero in Argentina, non avrei immaginato neanche di essere qui alla Juventus, figuriamoci in finale di Champions: è una giornata indimenticabile per me. Cali di tensione nel finale? Penso che abbiamo mollato un po' perché pensavamo che la partita fosse chiusa. In una gara secca però questo non deve succedere", ha concluso il talento della Juventus.

Marchisio: "Più forti mentalmente rispetto al passato"

Entrato in campo dopo appena dieci minuti al posto dell’infortunato Khedira, c’è anche Claudio Marchisio tra i protagonisti del successo bianconero sul Monaco. "Siamo partiti bene, abbiamo fatto un ottimo primo tempo e potevamo segnare di più. Poi ovviamente visto l’andamento della gara e visto il 2-0 dell’andata ci sta che lasci un momento agli avversari. L’importanza di Dybala? L’ho conosciuto subito dopo la finale di Berlino e gli ho detto che saremmo dovuti ripartire per giocarci un’altra finale. Nel primo anno ha fatto un po’ fatica poi invece ha dimostrato tutto il suo talento. Quest’anno è stato ancora più importante, lui come altri. Quest’anno in Champions abbiamo giocato gare di grande spessore ed è questo che ci ha portato in finale. Differenze tra questa e la finale del 2015? Dovrà essere un’altra finale. Abbiamo una grande voglia di giocarcela, la grande crescita c’è stata con squadre meno importanti rispetto al Barcellona ma dove la squadra ha dimostrato di avere una grandissima forza mentale rispetto agli scorsi anni", ha concluso il centrocampista della Juventus.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche