Sporting Lisbona, Jorge Jesus: "Possiamo mettere in difficoltà la Juve"

Champions League
jesus

La formazione portoghese ospita i bianconeri due settimane dopo il ko per 2-1 dell'Allianz Stadium, l'allenatore biancoverde: "Queste partite ti danno grande motivazione e adrenalina. Quando riesci a vincere è ancora meglio ma tutta la squadra cresce in serate così"

CLICCA QUI PER SEGUIRE SPORTING LISBONA-JUVENTUS LIVE

LE PROBABILI FORMAZIONI DI SPORTING-JUVE

Due settimane dopo il ko dell'Allianz Stadium, lo Sporting Lisbona si prepara ad afforntare la Juventus nello stadio di casa. La formazione biancoverde vuole vincere per raggiungere proprio i bianconeri in classifica e per giocarsi ancora - nelle prossime giornate - la possibilità di passare il turno. Alla vigilia del match, in conferenza stampa, oltre all'allenatore Jorge Jesus si è presentato anche l'ex calciatore della Sampdoria Bruno Fernandes. Queste le sue parole.

"La Serie A mi ha insegnato molto"

"Ogni giocatore è importante, nel nostro gruppo mancherà qualcuno ma siamo una squadra che è preparata per mostrare il proprio valore. Penso che contro la Juventus riusciremo a mostrare le nostre qualità e potremo anche fare risultato. Davanti avremo un avversario che ha la ferma volontà di vincere ogni anno in Italia e in Europa e questo porta la formazione di Allegri a fare la differenza in ogni competizione. Per quanto riguarda noi, domani dovremo affrontare la Juve come l'abbiamo affrontata all'andata e se possibile fare anche risultato visto che a Torino non siamo riusciti. Siamo una squadra che gioca allo stesso modo in casa e fuori casa, ma qui abbiamo un tifo davvero incredibile che ci spinge a dare ancora di più anche durante le difficoltà. Avevamo tantissimi tifosi anche all'Allianz Stadium ma credo che domani si faranno sentire ancora di più. Io in Italia sono arrivato giovanissimo, a livello tattico la Serie A mi ha insegnato tantissimo", ha concluso l'ex Samp.  

Le considerazioni dell'allenatore

E' stato poi Jorge Jesus a prendere la parola: "Le partite contro il Barcellona e la Juventus ci hanno fatto capire di avere grandi qualità - ha dichiarato - sarà un piacere affrontare nuovamente i vicecampioni d'Europa e campioni d'Italia. Quella di Allegri è una formazione che ha grandissima qualità ma crediamo di poterle creare qualche problema: siamo preparati per questo. Queste partite servono anche a rendere orgogliosi i nostri tifosi e a far crescere la squadra sempre di più. Sono gare che ti danno grande motivazione e adrenalina. Se poi riesci a vincere, ancora meglio. Dobbiamo difendere bene almeno come abbiamo fatto a Torino, al di là delle assenze".

Sugli avversari e sulla filosofia di squadra

"Douglas Costa? E' un giocatore eccellente, sia a destra che a sinistra e molto forte nell'uno contro uno. E' uno dei grandi giocatori della Juventus, sta facendo una grande carriera. Non so ancora se Carvalho ci sarà, la sua assenza mi obbligherebbe a trovare delle soluzioni diverse ma ho grande fiducia in tutti i miei giocatori. Farò le mie scelte dopo l'ultimo allenamento. Non cambieremo filosofia di gioco: le nostre idee saranno sempre le stesse. Dybala ha grande potenziale e tra tre o quattro anni potrebbero essere lui e Neymar i migliori del mondo. Non volgio paragonarlo ad Acuna, sono giocatori molto diversi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche