Shakhtar-Roma, De Rossi: "La nostra non è una stagione sbiadita. Pressioni? Nessuna in particolare"

Champions League

Vista l'indisponibilità di Florenzi, Daniele De Rossi ha partecipato alla conferenza stampa della viglia di Shakhtar-Roma, sottolineando di non vivere questa attesa con pressioni particolari

CLICCA QUI PER SEGUIRE SHAKHTAR-ROMA LIVE

LE PROBABILI FORMAZIONI DI SHAKHTAR DONETSK-ROMA

L’adrenalina sale, il countdown è quasi terminato, l’andata degli ottavi di finale di Champions League è ormai alle porte per la Roma, che mercoledì sera affronta lo Shakhtar Donetsk. Un confronto elettrizzante e al tempo stesso complicato per i giallorossi, giunti nella giornata di lunedì a Kharkiv per preparare al meglio il confronto con la squadra ucraina. La pressione è molta, ma Daniele De Rossi dimostra in conferenza stampa di saperla gestire al meglio, nonostante l’alta posta in palio: "La mia condizione è buona, sabato mi son sentito meglio di quanto sperassi. Vedremo presto se riuscirò a fare due partite in pochi giorni. Nella settimana in cui non ho giocato ho lavorato duramente, mi sento bene e spero di essere in grado di scendere in campo domani. Arrivo a questa gara consapevole dell’importanza della partita senza particolari responsabilità. Ai miei compagni non devo dire nulla, abbiamo avuto momenti di difficoltà ma abbiamo dimostrato di esser emolto uniti. Tutti i giocatori sono attaccati a questa squadra e nessuno ha bisogno di particolari raccomandazioni". 

"Il clima non conterà"

Daniele De Rossi poi si sofferma sulle condizioni fisiche delle due squadre: "Non penso che siamo in condizioni migliori dello Shakhtar, loro sono stati fermi molto tempo ma avranno passato questo mese a preparare solo questa partita. Non giocare per tanto tempo può essere uno svantaggio, ma fino ad un certo punto. Abbiamo già giocato in passato contro lo Shakhtar, sappiamo che non ci sono vantaggi particolari da questa loro sosta. Situazioni meteo? Un pochino conta perché è qualcosa di nuovo per noi, però fino ad un certo punto perché poi le qualità in campo faranno la differenza. Dovremo stare attenti perché i primi minuti potrebbero essere alterati dallo shock termico, ma poi sarà uguale per tutti. Chi passerà lo farà per le proprie qualità, non per il clima". 

"Nessuna vendetta"

"C’è bisogno di passare il turno e sarebbe un qualcosa che porterebbe a vedere in maniera diversa questa stagione, noi vogliamo passare non per mettere in salvo l’anno ma per toglierci soddisfazioni" prosegue poi De Rossi. "Non mi va di pensare ad una stagione sbiadita, anche perché ancora questo ottavo dobbiamo giocarlo. Sono passati tanti anni dall’eliminazione contro lo Shakhtar, mi ha fatto male ma adesso non ci penso. Non ho sentimento di vendetta, non mi fa nessun effetto rigiocare contro una squadra che mi ha eliminato. Sarà una partita importante ma non c’è nulla di legato al passato. La Roma sta crescendo, vorrei poter dire di più ma non lo faccio per scaramanzia. In Europa abbiamo chiuso davanti a squadre blasonate, facendo un percorso semiperfetto. Se guardassimo solo la Champions dovremmo essere entusiasti, ma adesso inizia una nuova fase e dobbiamo ricominciare tutto daccapo". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche