Real Madrid, Ronaldo come van Nistelrooy: 9 partite consecutive in gol

Champions League
combo_ron_ruud

Altro record per CR7, che eguaglia il primato di nove di partite consecutive in gol in Champions di Ruud van Nistelrooy. Nei quarti la chance del sorpasso. Per Ronaldo 117 gol in carriera in coppa e addirittura 22 nelle ultime 13 partite giocate 

PSG-REAL 1-2, LA PARTITA - IL MINUTO DI SILENZIO PER ASTORI

CHAMPIONS LEAGUE, CALENDARIO E RISULTATI

Sempre più Ronaldo. Il solito e inarrestabile Ronaldo. Col Psg arriva un altro gol dopo la doppietta dell’andata, quello che a inizio ripresa chiude già la partita senza dare scampo ai francesi. Il numero 31 stagionale per CR7, 12 dei quali in Champions. 117 in coppa in carriera, 15 nel 2018 (in appena 11 partite). Non male per essere un’annata “storta”, come molti la definivano verso fine 2017. Ronaldo c’è sempre, e quando mette piede in Europa è ancora più letale. Con l’incornata su cross di Vazquez al Parco dei Principi di Parigi arriva la nona partita consecutiva a segno in Champions. Eguagliato il record di Ruud van Nistelrooy, che aveva trovato il gol in altrettante gare nel 2002-03.

CR…22 (nelle ultime 13!)

Sono 14 i gol nella serie per CR7. Quella serie partita dalla finale di Cardiff contro la Juventus e ancora aperta, con lo chance del primato assoluto nei prossimi quarti di finale. Una striscia iniziata dalla doppietta ai bianconeri e proseguita con le reti in ognuna delle otto partite di questa edizione: le 6 del girone più le 2 degli ottavi. Prima i gol ad Apoel, Dortmund e Tottenham - andata e ritorno - per un totale di cinque doppiette e quattro gol singoli. Dunque il Psg come vittima. Ma non finisce qui, perché prima dell’inizio della serie non aveva segnato nella semifinale di ritorno dello scorso anno contro l’Atletico Madrid. Partita persa dal Real (2-1) ma senza rischi: all’andata era finita 3-0, con una sua tripletta. E prima ancora? 5 gol in due partite al Bayern Monaco nei quarti. Il totale fa 22 gol nelle ultime 13 partite giocate in Champions League.

Olandese volante

Furono messi a segno tutti in fila e nella stessa edizione invece i 12 gol di Ruud van Nistelrooy, nella stagione 2002-03. Nove partite giocate, nove partite in rete. In quella Champions dove l’olandese del Manchester United fu capocannoniere davanti all’Inzaghi campione d’Europa con il Milan a quota 10. In quegli anni, prima dell’esplosione di Messi e Ronaldo, dove già arrivare in doppia cifra di gol in coppa era un traguardo straordinario. Van Nistelrooy punì in fila Maccabi Haifa e Leverkusen nel primo girone. Dunque Basilea, Deportivo e Juventus (2 gol in 2 partite ai bianconeri) nel secondo gruppo. Poi lo United venne eliminato ai quarti dal Real, nonostante i suoi gol sia nella gara d’andata che in quella di ritorno. L’anno successivo Cristiano Ronaldo verrà acquistato da Ferguson, i due giocheranno insieme tre anni allo United, per poi incrociarsi di nuovo a Madrid per sei mesi nel 2009. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche