Roma, Dzeko: "Con il Barça non partiamo battuti"

Champions League
dzeko_gol_getty

L’attaccante ha parlato dal ritiro della nazionale bosniaca: "I blaugrana sono la squadra favorita, non solo per il passaggio alla semifinale ma anche per la vittoria della Champions. Se giocheremo ancora una volta da squadra potremo fare qualcosa di buono"

Con il suo gol nella gara di ritorno contro lo Shakhtar Donetsk all’Olimpico ha mandato la sua Roma ai quarti di finale di Champions League, ora Edin Dzeko pensa solo agli impegni della sua nazionale. Dopo la sosta, però, l’attaccante bosniaco e i suoi compagni saranno protagonisti del doppio e complicato impegno europeo contro il Barcellona. Proprio di questo, e non solo, ha parlato lo stesso Dzeko nel ritiro della nazionale bosniaca intervistato da novilist.hr. Queste le dichiarazioni del giocatore giallorosso: "Certo il Barcellona è la squadra favorita, non solo per il passaggio alla semifinale ma anche per la vittoria della Champions - ha detto - noi però non partiamo già battuti, se giocheremo ancora una volta da squadra potremo fare ancora qualcosa di buono. Essere fra le migliori otto squadre d'Europa, comunque, per noi è già un grande traguardo raggiunto, ma questo non significa che non faremo il massimo per superare anche questo complicato ostacolo".

"Un grande risultato per il calcio italiano"

Il cammino europeo della squadra di Di Francesco ha finora regalato grandi soddisfazioni ai tifosi giallorossi, che nella prima metà di stagione hanno visto Dzeko e compagni chiudere il girone al primo posto davanti a Chelsea e ad Atletico, prima che il doppio confronto con lo Shakhtar regalasse i quarti alla Roma: "Per quanto riguarda la squadra - ha continuato poi l'attaccante giallorosso - abbiamo raccolto le simpatie di tutti i tifosi perché eravamo in un girone molto difficile. In tanti pensavano non ce l'avremmo fatta, invece abbiamo eliminato l'Atletico Madrid che non tanto tempo fa ha giocato una finale di Champions e siamo arrivati primi davanti alle favorite. Ora siamo ai quarti insieme alla Juventus, da tempo due squadre italiane non raggiungevano questo obiettivo. E' stato un risultato importante per tutto il calcio italiano che sta diventando più forte di anno in anno, quindi non mi sorprende che questa volta ci siano due squadre nei quarti. Faremo il possibile per provare ad avanzare ancora, anche se conosciamo la grande forza del prossimo avversario che andremo ad affrontare", ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche