Roma, Monchi: "C'è fame di titoli. Barcellona? Abbiamo possibilità"

Champions League

In un'intervista ad As, il direttore sportivo giallorosso presenta la sfida contro il Barcellona: "Non ascolto chi dice che non abbiamo possibilità contro di loro, ovvio però che sono favoriti. A Roma c'è fame di titoli"

BARCELLONA-ROMA, LE PROBABILI FORMAZIONI

CHAMPIONS LEAGUE, ECCO COME ARRIVANO BARCELLONA E ROMA ALL'ANDATA DEI QUARTI

La sua giornata tipo la trascorre quasi per intero a Trigoria. "Mi sveglio presto per arrivarci, faccio un po' di ginnastica e poi vado in ufficio. Resto lì fino alle 20/21 ogni giorno. Cos'è la Roma? Una società con un background e un impatto mediatico più alti di quanto mi aspettassi. È vero che non ha vinto molto nel corso della sua storia, ma ha la pressione di una grande. Le persone si aspettano sempre grandi cose da questa squadra", parola di Monchi. Il direttore sportivo della Roma ha rilasciato una lunga intervista ad As a due giorni dalla sfida in Champions con il Barcellona, una gara secondo molti senza storia per i giallorossi: "Non bisogna ascoltare queste cose, ho letto e sentito tanti commenti basati sulla poca conoscenza, ma preferisco isolarmi da quello e cercare di concentrarmi sul far vedere alla nostra gente le possibilità che abbiamo. Ovviamente, a livello di percentuale il Barça è molto favorito. Mi sono piaciute le dichiarazioni di Montella dopo il sorteggio Siviglia-Bayern: 'Se ce c'è anche l'1% di possibilità, combatteremo", le parole di Monchi.

"A Roma c'è fame di titoli"

"A Roma c'è fame di titoli. C’è un'illusione speciale e una motivazione in più per questa partita. C'è qualcosa che mi piace dire dopo undici mesi qui e cioè che Roma ha bisogno di abbinare il suo livello di struttura al livello che ha di risonanza che è davvero molto alto. Messi? La sua qualità non ha confini. Rakitic? E' una persona molto intelligente e ha confermato di poter giocare al più alto livello, cioè nel Barça. Un giocatore che toglierei al Barcellona? Ce ne sono tanti, dico allora Sergio Busquets che sta giocando ad alti livelli", ha aggiunto il ds Monchi nell’intervista ad As.

"Totti è Roma"

Il dirigente giallorosso poi prosegue: "La natura speciale di questa società rende fondamentale la conoscenza dell'ambiente. Di Francesco ha vinto qui lo scudetto, qui ha giocato De Sanctis. Ci piace che abbiano un passato legato a Roma. Anche Balzaretti lavora con me. E Totti… Totti è Roma. Per me non era lo scenario ideale spiegargli che non avrebbe continuato come giocatore. Conosco il peso che ha Totti. Ma penso che la cosa migliore fosse comportarsi con sincerità. Francesco è una persona semplice e sincera che vuole imparare e aiutare nel suo nuovo ruolo".  Monchi poi conclude: "Se sono felice a Roma? Chi mi conosce sa che non dico spesso di essere felice. La completa felicità l'ho avuta raramente. Qui, a Roma, ovviamente non posso avere la felicità completa perchè non c'è la mia famiglia con me. E se a livello sportivo non vinci, non puoi essere felice neanche tu. Sì, sono felice a livello professionale, penso di crescere professionalmente".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche