Real Madrid, minacce telefoniche per Sergio Ramos dopo il fallo su Salah: costretto a cambiare numero

Champions League

Secondo il programma radiofonico El partidazo de COPE, il capitano del Real avrebbe dovuto cambiare numero di telefono per le continue minacce ricevute. Causa del problema ancora il fallo su Salah nella finale di Kiev. Lui nel frattempo continua a dispensare notizie: dall'anello stile Nba all'inno spagnolo in Russia

RAMOS CANTA L'INNO DELLA SPAGNA

IL JUDO CONTRO DI RAMOS

LE CONDIZIONI DI SALAH

Sergio Ramos cambia numero. Ma non si tratta né del 4 che porta sulla schiena nel Real dal 2005, né tantomeno del 15 con cui gioca in Nazionale. Qui si tratta, molto più semplicemente, del numero di cellulare, che - stando a quanto riportato a El partidazo de COPE, programma radiofonico spagnolo - sarebbe recentemente stato invaso da minacce. La causa del problema è sempre la stessa: quel fallo su Salah per cui venne prima attaccato dalla stampa egiziana, dunque da vari opinionisti sparsi per il mondo, e con anche un avvocato che chiedeva un risarcimento alla nazione di - udite, udite - un miliardo di euro. La notizia più recente invece, riportata in Spagna anche da Marca, è allora quella di un cambio di numero telefonico, per sfuggire alle chiamate minatorie che gli sono state recapitate.

Ramos superstar

Nel frattempo Ramos continua a dispensare news neanche fosse un politico. Recentemente anche la federazione europea di judo si è schierata contro lo spagnolo, per la sua mossa (“scorretta” nella loro disciplina) su Salah. Lui nel frattempo, dopo aver alzato la tredicesima al cielo di Kiev, aver guidato i festeggiamenti a Madrid con discorsi lunghi e intensi, essersi fatto forgiare un anello stile Nba per la quarta Champions vinta, si è messo anche a cantare l’inno della sua Nazionale per Russia 2018. Otra estrella en tu corazón è il titolo della canzone, dove lui non si è limitato al solo ritornello e a qualche parola, ma è stato la star assoluta con l’artista Demarco Flamenco. Dopo il brutto fallo su Salah la stampa egiziana si era apertamente schierata contro di lui. Dal “fallo intenzionale per far finire la partita di Salah” di Al Watan, fino al “macellaio” guadagnatosi nei titoli del quotidiano Al Masry al Youm. Le minacce telefoniche, a lui e famiglia, sono solo l’ultima accusa al capitano spagnolo, vergognosa, ma sicuramente Ramos avrà spalle larghe a sufficienza per sopportare tutto questo.

I più letti