Cosa vedere a Madrid. La guida alle città della Champions 2018

Champions League

La guida della città della Champions secondo Expedia.it: scopriamo Madrid, teatro della sfida d'esordio della Roma di Eusebio Di Francesco in Europa

Madrid è una delle più rinomate città europee, famosa per la sua vivace atmosfera, l'affascinante storia, gli interessanti musei e per la sbalorditiva architettura. Cosmopolita, rinomata per la sua vita notturna e per lo stile inconfondibile. Dopo aver apprezzato i suoi enormi parchi, i moderni edifici, i café lungo le strade e l'arte all'aperto potrai passeggiare per il centro storico e ammirarne i palazzi e le chiese. La parte moderna della città è un centro economico e politico importante in Europa, ma i turisti che optano per un viaggio a Madrid sono attirati soprattutto dal fascino antico della cultura spagnola, evidente in queste strade.

Le cose da vedere assolutamente in città

Approfittando delle numerose offerte viaggio a Madrid, potrai passare intere giornate scoprendo i musei della città, tra i più grandi del mondo. In un viaggio last minute a Madrid non potrà mancare una visita al Museo del Prado per ammirare le opere di grandi artisti come Goya e Velázquez oppure al Museo Thyssen-Bornemisza per apprezzare una collezione di dipinti che copre un arco temporale di diversi secoli. Passeggia poi lungo le gallerie del Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía per ammirare le opere dei grandi maestri spagnoli come Picasso e Dalí.

Il Museo del Prado

l progetto architettonico della pinacoteca attuale venne approvato nel 1786 da Carlo III, rivelandosi il culmine della carriera di Villanueva ed uno dei vertici del neoclassicismo spagnolo, benché, per essere onesti, data la lunga durata delle opere e dei successivi avatar, il risultato definitivo si allontanerebbe abbastanza dal disegno iniziale. Sebbene la costruzione si svolga durante i regni di Carlo III e Carlo IV di Spagna, al suo completamento, all'inizio del secolo XIX, la venuta delle truppe francesi in Spagna e la successiva guerra di indipendenza lasciarono tracce pesanti nell'edificio, che era destinato a fini militari (caserma della cavalleria), arrivando quasi alla distruzione totale. Solo grazie all'interesse manifestato da Ferdinando VII e, soprattutto, della sua seconda moglie Maria Isabella di Braganza a partire dal 1818 inizia il suo recupero della struttura sulla base di nuovi disegni proprio del Villanueva, sostituito alla morte dal suo discepolo Antonio Lopez Aguado.

Puerta del Sol

La Puerta del Sol è una delle piazze più importanti e famose di Madrid. Rappresenta il chilometro zero della rete stradale della Spagna, oltre a essere il centro delle celebraioni nazionali della mezzanotte di San Silvestro con il famosissimo orologio che batte gli altrettanto conosciuti 12 rintocchi, con le cosiddetta campanadas. Sin dalla nascita della capitale spagnola, fu il salotto di città e la culla prima di ogni attività commerciale, culturale, amministrativa di Madrid, di cui oggi rappresenta un simbolo noto agli occhi del mondo anche per aspetti più profani, come la grande insegna luminosa dello sherry Tio Pepe che domina l'intera piazza.

Quali sono i quartieri più interessanti e quelli da evitare

I due quartieri Sol e Huertas sono molto vicini tra loro. Sol è l’area intorno alla Puerta del Sol, l’area di Huertas è a sud rispetto al Sol. Nella zona intorno al Sol troverai tipici bar spagnoli e molte attrazioni turistiche. È il cuore della città e sia i Madrileños che i turisti la frequentano molto. La Latina è a sud-ovest del Sol e la sua caratteristica principale sono le strade strette, le sue piazze e bellissimi palazzi antichi. Di domenica in La Latina puoi trovare il Rastro, un grande mercato dove puoi comprare praticamente di tutto. Alcune zone di Madrid sono piene di borseggiatori che colpiscono soprattutto in metro, nei pressi dei musei e monumenti più visitati e nei locali pubblici, quando si lasciano incustoditi giacche, portafogli, telefoni e macchine fotografiche. Chiudere bene le borse sugli autobus, nella metro e quando siete in fila al Prado, al Thyssen e al Reina Sofia e se andate nel mercato del Rastro. Evitare le strade più buie e isolate di notte. Nei ristoranti, soprattutto nei fast food, non lasciate le borse incustodite sulle sedie e sui tavoli. Attenzione alla tattica degli uccelli: vi si avvicina qualcuno e vi dice che avete escrementi di uccello sulle spalle. Si offre di aiutarvi a pulire e se ne va con il vostro portafogli.

Come arrivare a Madrid?

Tutte le grandi compagnie aeree tradizionali collegano in principali aeroporti italiani con Madrid. Iberia, KLM, Tap Portugal, Alitalia e Lufthansa sono solo alcune delle compagnie che offrono, ogni giorno, voli per Madrid. Buona l’offerta anche delle low cost: Ryanair collega Bologna, Cagliari, Catania, Lamezia, Milano (Bergamo), Napoli, Palermo, Pisa, Roma (Ciampino), Verona. Easy Jet collega Madrid solo con Milano Malpensa.

Qual è il modo migliore per visitare la città?

La capillare rete metropolitana permette di visitare con serenità tutta la capitale spagnola, oltre all'innumerevole quantità di autobus e taxi. È più consigliata questa modalità di spostamento rispetto a quella automunita.

Come raggiungere la città dall’aeroporto

Una volta arrivati a Madrid, si può raggiungere il centro città con la metro, l’autobus o con il taxi.

Come raggiungere lo stadio Bernabeu?

Per raggiungere facilmente lo stadio Santiago Bernabeu con la metropolitana di Madrid prendere la linea 10 e scendere alla fermata Santiago Bernabeu. Presso lo Stadio Bernabeu di Madrid sostano le seguenti linee d'autobus: 14, 27, 40, 43, 120, 147 e 150. Dall'Aeroporto di Madrid-Barajas è possibile raggiungere lo stadio Santiago Bernabeu direttamente in metropolitana prendendo la linea 8 fino all'ultima fermata Nuevos Ministerios, prendere la linea 10 in direzione Hospital Infanta Sofia e scendere alla fermata Santiago Bernabeu. Il tempo di percorrenza è di circa 30 minuti. In auto

  • Da nord: attraverso il N-I Carretera de Burgos e la M-40 si entra nel Paseo de la Castellana, si supera la stazione di Chamartin, Plaza Castilla, Plaza de Cuzco per arrivare a Plaza de Lima, vicino il Bernabeu.
  • Da sud: si raggiunge lo stadio superando la Stazione di Atocha, Paseo del Prado, Plaza de Neptuno, Plaza de La Cibeles, Paseo de Recoletos, Prado, Plaza de Colón, Paseo de la Castellana, Plaza de Emilio Castelar, Plaza de San Juan de la Cruz e la Plaza de Lima, dove lo stadio.
  • Da est: dall'M-30 si entra in Juan Ramon de la Cruz e Concha Espina o in Costa Rica e Alberto Alcocer. Dalla N-II, attraverso la Avenida de America e Maria de Molina, si raggiunge il Paseo de la Castellana, o Avenida de America, Joaquín Costa.
  • Da ovest: dal N-VI in direzione Cea Bermúdez arrivare nel Paseo de la Castellana, Plaza de Emilio Castelar e seguire le indicazioni per lo stadio.

Il meteo a Madrid, come sarà?

Caldo afoso aspetta la Juventus a Madrid: non sono previste precipitazioni, con assenza di vento e una temperatura massima di 30°C.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport