[an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive] [an error occurred while processing this directive]

Stella Rossa Napoli 0-0, la traversa di Insigne ferma gli azzurri: gli highlights

La squadra di Ancelotti torna dalla Serbia con appena un punto raccolto. Sfortunati gli azzurri con il legno colpito da Insigne nel primo tempo e il salvataggio di Rodic nella ripresa. La strada della qualificazione è già in salita

STELLA ROSSA-NAPOLI, LA CRONACA MINUTO PER MINUTO

DIRETTA GOL CHAMPIONS

STELLA ROSSA-NAPOLI 0-0

Stella Rossa (4-2-3-1): Borjan; Stojkovic, Degenek, Savic, Rodic; Jovicic (56' Jovancic), Krstcic; Ben Nabouhane, Causic, Marin (87' Simic); Boakye (81' Pavkov). All. Milojevic

Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan (61' Mertens), Fabian Ruiz, Zielinski (75' Hamsik); Callejon (75' Ounas), Milik, Insigne. All. Ancelotti

Comincia con un deludente pareggio l’avventura europea del Napoli. Gli azzurri non vanno oltre lo 0-0 nel ‘match da non sbagliare’ contro la Stella Rossa. In un infuocato Marakana, la squadra di Ancelotti domina la partita dal punto di vista del possesso, ma non riesce ad abbattere il muro imposto dai serbi, quasi mai in sofferenza fatta eccezione per un breve frangente a metà secondo tempo, quando l’ingresso di Mertens scompiglia un po’ i loro piani. Serve allora un grande intervento di Rodic per mantenere la porta inviolata, mentre nella prima frazione di gioco è la traversa a strozzare l’urlo di gioia del Napoli, sfortunato con Insigne e quasi sempre costretto a provarci con i tentativi dalla distanza. Un pareggio che sa di occasione persa e mette già in salita la strada verso la qualificazione.

La partita

Ancelotti rinuncia ad Hamsik e schiera Fabian Ruiz in cabina di regia. In attacco il prescelto a completare il tridente con Callejon e Insigne è Milik, mentre la difesa è confermatissima, con Ospina che riprende il suo posto tra i pali. Nessuna sorpresa invece tra gli 11 di Milojevic che sceglie Boakye, visto in Italia con le maglie di Genoa, Sassuolo, Atalanta, Latina e Juventus. I padroni di casa partono subito a buon ritmo, mentre nel Napoli è Ruiz a smistare il gioco da una parte e dall’altra, con Insigne che gioca in posizione prevalentemente centrale in appoggio a Milik e Zielinski che dà la sensazione di poter sempre inventare la giocata giusta. Allan, invece, perde due palloni velenosi in mezzo al campo e scatena la punta della Stella Rossa, frettolosa però nell’andare alla conclusione. I serbi si difendono benissimo e non permettono mai agli azzurri di penetrare in area. La soluzione diventa, quindi, il tiro da fuori. Il primo a provarci è Insigne, ma molto più pericoloso è il destro che scarica poco dopo il quarto d’ora, quando calcia praticamente da fermo e coglie una clamorosa traversa dai 25 metri. Dalla distanza arriva anche il mancino centrale di Fabian Ruiz, seguito poi dall’invenzione di Zielinski per Milik: il polacco si inserisce bene e cerca di incrociare con il destro, ma Borjan con i piedi dice di no. L’ex Ajax sale di tono e prova a costruirsi altre occasioni da solo, ma il primo tempo non produce altre emozioni vista anche la sterilità offensiva dei serbi.

1 nuovo post
  • Questa è solo la terza partita nella storia della moderna Champions League in cui il Napoli non riesce a trovare la via del gol.
  • Il Napoli ha pareggiato una partita di Champions League per la prima volta dal novembre 2016 (0-0 contro la Dinamo Kiev).
  • Quello di stasera è il primo 0-0 esterno del Napoli in Champions League/Coppa Campioni dal novembre 1990 (vs Spartak Mosca).
  • 73.2% di possesso palla per il Napoli in questa partita: record per i partenopei in una partita della moderna Champions League.
  • Per la prima volta da ottobre 2016 il Napoli ha mancato l’appuntamento con il gol per due trasferte di fila (tutte le competizioni).
  • Otto tiri nello specchio per il Napoli: nella sua storia in Champions League solo contro il Borussia Dortmund nel novembre 2013 ne ha effettuati di più (10).
  • Tutti i primi nove giocatori per numero di palloni giocati di questa partita sono del Napoli.
  • L'ultimo legno preso dal Napoli in Champions League risaliva a novembre 2017, colpito sempre da Lorenzo Insigne.
  • Quello di questa sera è il debutto assoluto per Fabián Ruiz sia in competizioni europee sia con la maglia del Napoli.
  • José Callejón ha creato sette occasioni per i compagni nel match: un record per un giocatore del Napoli in una singola partita di Champions League.
  • I due centrali del Napoli (Kalidou Koulibaly e Raul Albiol) hanno completato in totale 190 passaggi stasera – tre in più rispetto a quelli della Stella Rossa in totale.
 
- di daniele.caiola

Stella Rossa-Napoli 0-0 | Video Sky - Sky Sport HD

Vedi il video 'Stella Rossa-Napoli 0-0' - Sky Sport HD
- di fabrizio.moretto.1992
95' - FINISCE QUI! NESSUN GOL TRA STELLA ROSSA E NAPOLI. SOLO UN PUNTO PER GLI AZZURRI A BELGRADO
- di fabrizio.moretto.1992
94' - Ultimo tentativo della Stella Rossa, ma Rodic sbaglia completamente il cross
- di fabrizio.moretto.1992
92' - Giallo per MIlik
- di fabrizio.moretto.1992
90' - Quattro minuti di recupero
- di fabrizio.moretto.1992
87' - Ultimo cambio per Milojevic: esce Marin, vecchia conoscenza della Fiorentina, ed entra Simic
- di fabrizio.moretto.1992
85' - Ultimi sforzi del Napoli, ma adesso sembra stare meglio la Stella Rossa che sta provando a vincere la partita. Calcio d'angolo ora per i serbi!
- di fabrizio.moretto.1992
81' - Cambio nella Stella Rossa: Boakye, sfinito, lascia il posto a Pavkov
- di fabrizio.moretto.1992
80' - BRIVIDO STELLA ROSSA! Destro pericoloso dal limite di Boakye, Ospina è attentissimo e neutralizza il tentativo dei serbi
- di fabrizio.moretto.1992
- di fabrizio.moretto.1992
76' - Doppio tentativo degli azzurri, entrambi dalla distanza: ci prova prima Insigne, con un intervento goffo del portiere, ma è Mario Rui a scaricare il mancino senza trovare la via del gol
- di fabrizio.moretto.1992
75' - Doppio cambio nel Napoli: fanno il loro ingresso in campo Ounas e Hamsik, finisce la partita di Callejon e Zielinski
- di fabrizio.moretto.1992
72' - Borjan rischia un clamoroso errore: la palla gli scappa durante il rilancio, ma nessuno del Napoli riesce ad approfittarne prima del lancio lungo con i piedi del portiere
- di fabrizio.moretto.1992
67' - ANCORA NAPOLI PERICOLOSO! Callejon, lasciato libero sul cross di Rui, prova ad approfittare dell'uscita non perfetta del portiere e piazza la sfera col mancino, ma Rodic, a un passo dalla porta, allontana
- di fabrizio.moretto.1992
64' - CHE CHANCE PER MERTENS! Callejon fa un rasoterra per il belga che si inserisce benissimo e colpisce di prima. Palla a lato di un soffio
- di fabrizio.moretto.1992

Dries Mertens ha realizzato solo uno dei suoi sette gol in Champions League da subentrato

- di fabrizio.moretto.1992
61' - Ecco la prima mossa di Ancelotti: esce Allan, al suo posto Mertens
- di fabrizio.moretto.1992
59' - Altro bellissimo inserimento di Zielinski che, dopo la falcata, calcia col destro a incrociare: parata in due tempi di Borjan
- di fabrizio.moretto.1992
58' - Il nuovo entrato tra i padroni di casa si fa subito a vedere con una bella azione personale, conclusa dal destro da fuori, con Ospina che si distende e schiaffeggia il pallone in angolo
- di fabrizio.moretto.1992

Il secondo tempo

La ripresa comincia con un ritmo più alto, con il Napoli che mette il piede sull’acceleratore e prova a strangolare tatticamente la formazione di Milojevic. Quest’ultima non si sbottona facilmente e concede agli ospiti solo una punizione che Mario Rui manda di un soffio oltre la traversa. La Stella Rossa inizia a calare e concede troppo spazio alla falcata di Zielinski che chiama all’intervento, in due tempi, Borjan. I padroni di casa riescono comunque a trovare il primo vero tiro del match con il neoentrato Jovancic, ma Ospina manda in angolo. Passata un’ora di gioco, Ancelotti si gioca la carta Mertens che prende il posto di Allan. Il belga si fa subito vedere con un taglio interessante e tiro di prima sul rasoterra di Callejon, ma la sfera non trova lo specchio. È il momento migliore del Napoli e, così, all’elenco delle occasioni si aggiunge anche quella del numero 7, il cui mancino viene respinto quasi sulla linea da Rodic. La furia agonistica dei ragazzi di Ancelotti si attenua presto. Le forze vengono meno e neanche gli ultimi cambi, Ounas e Hamsik, riescono a donare nuova linfa. La Stella Rossa, al contrario, ritrova energie nel finale e mette in affanno gli avversari, senza mai rendersi pericolosa verso Ospina, se non con un destro dal limite di Boakye, neutralizzato con sicurezza dall’ex Arsenal. È l'ultimo atto della partita, finisce senza reti e per il Napoli sa già di rimpianto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.