I risultati delle avversarie europee delle italiane: volano Psv e Liverpool, male l'Eintracht

Champions League

Vittorie larghe per Liverpool e Psv, entrambe in vetta alla classifica. Così come lo Young Boys, vittorioso nel big match della Super League svizzera con un pazzo 3-2. Successo anche per il Viktoria Plzen, che torna ai tre punti dopo due pareggi consecutivi. Mezzo passo falso, invece, per l’Olympiacos in Grecia, seconda sconfitta di fila in Bundesliga per l’Eintracht. Ecco tutti i risultati delle rivali europee delle italiane

LIVERPOOL-NAPOLI LIVE

CHAMPIONS LIVE: LA DIRETTA GOL

CHAMPIONS, CURIOSITA’ SULLA SESTA GIORNATA

EUROPA LEAGUE, IL CALENDARIO DEL PROSSIMO TURNO

Ultimo turno di Champions che si avvicina, poi sarà tempo di verdetti. Fra chi, come Juve e Roma, sicuramente andrà agli ottavi e chi, come nei casi di Napoli e Inter, sarà invece costretto a fare le valigie e a “retrocedere” in Europa League. Dove, intanto, già ci sono Milan e Lazio. Insomma, saranno notti europee intense, di quelle che levano il fiato. Ne dovranno avere, e tanto, le squadre italiane. Solo così sarà possibile uscire indenni da trappole infernali come quella di Anfield. Nel frattempo però si sono giocati i campionati. Bene bianconeri e azzurri, male nerazzurri e giallorossi. All’estero, invece, volano un po’ tutte, con le eccezioni di Olympiacos ed Eintracht.

Psv: game, set and match

Niente problemi per il Psv, che arriva a San Siro fresco di un netto 6-0 casalingo ai danni dell’Excelsior. Vince anche l’Ajax sul campo dello Zwolle, ma i prossimi avversari dell’Inter continuano a rimanere in vetta alla classifica a quota 42 punti, due in più dei rivali. Doveva esserci una reazione dopo la sconfitta per 2-1 sul Feyenoord e c’è stata. Scatenato Luuk de Jong, decisivo con una doppietta (tredicesimo e quattordicesimo gol in campionato) e un assist (il quinto in Eredivisie). L’obiettivo, adesso, è quello di mantenere il primo posto in campionato a due giornate dalla lunga pausa invernale per le vacanze natalizie. Senza, però, dimenticarsi la Champions, dove i ragazzi di Van Bommel hanno ottenuto un solo punto senza tuttavia mai sfigurare.

Liverpool, altro poker e primato

Vittoria larga anche per il Liverpool, che si prepara ad accogliere il Napoli nell’inferno di Anfield. Contro gli azzurri serviranno i tre punti e, considerando i tanti problemi difensivi, anche più di un gol all’attivo. Proverà a metterci del suo Salah, autore di una tripletta nel facile 0-4 sul campo del Bournemouth. Un successo che, considerato anche il ko del City a Stamford Bridge contro il Chelsea, significa primo posto in Premier. 42 punti per Klopp, uno in meno per Guardiola. Insomma, sarà una lotta entusiasmante fino all’ultimo minuto della stagione. Prima, però, c’è da pensare alla Champions. Uscire ai gironi dopo la finale della passata stagione sarebbe davvero deludente.

Young Boys, dominio totale in patria

Fa meno paura l’impegno della Juventus, che sarà ospite dello Young Boys a Berna. Anche gli svizzeri hanno vinto nell’ultima giornata della Super League. Lo hanno fatto nel big match casalingo contro il Thun secondo in classifica. Un pazzo 3-2 dopo una doppia rimonta e con tanto di gol al 92’ di Hoarau, all’undicesima gioia stagionale. I punti di vantaggio sulle inseguitrici adesso sono ben 19, frutto delle quindici vittorie ottenute in 17 partite. Otto sui 9 match disputati in casa, con tanto di 29 gol fatti. Qualificazione già in tasca, è vero. Ma la Juventus dovrà stare attenta: c’è un primo posto da consolidare.

Viktoria Plzen, ritorno alla vittoria

Dopo due pareggi consecutivi, torna alla vittoria in Het Liga il Viktoria Plzen. 2-0 il risultato finale sul campo del Sigma Olomouc, decisive le reti di Chory e Sladky. Adesso la vetta della classifica, occupata dallo Slavia Praga, dista solo quattro punti. Dopo 17 giornate e 39 punti collezionati, è tempo della lunga pausa invernale fino a febbraio. Prima, però, il match con la Roma: c’è un posto in Europa League da conquistare.

Olympiacos, pareggio e vetta più lontana

Dopo le due vittorie consecutive nella Super League greca con Panetolikos e Atromitos Atene, l’Olympiacos si ferma sul campo dello Xanthi settimo in classifica. E deve ringraziare la rete di Vukovic, che ha rimediato al suo stesso autogol. Considerata la vittoria del PAOK, adesso la vetta dista otto punti per i prossimi avversari del Milan che, terzi in classifica, risentono degli effetti di un pessimo mese di ottobre. In Europa League, intanto, i greci si giocano il tutto per tutto proprio in casa contro i rossoneri. Per la situazione di classifica attuale, al Milan potrebbero andar bene (anche) tre risultati su tre. Una vittoria, un pareggio o una sconfitta (ma non con più di un gol di scarto). Avendo vinto a San Siro 3-1 lo scontro diretto dello scorso 4 ottobre, i rossoneri passerebbero anche se venissero sconfitti con un gol di scarto dall'Olympiacos. Oppure perdendo con 2 reti di scarto, ma segnandone almeno due (quindi 4-2, 5-3, 6-4 e così via).

Eintracht, seconda sconfitta consecutiva

Altro ko per l’Eintracht Francoforte, che in Europa League va benissimo (cinque successi su cinque) ma che in Bundesliga sta attraversando un periodo un po’ complicato. Le sconfitte con Wolfsburg e Herta Berlino, infatti, ne hanno rallentato una corsa fatta di sei risultati utili consecutivi. Quinto posto in classifica, soltanto due i punti di svantaggio dal Lipsia quarto. E dopo il match con la Lazio (che vorrà vendicarsi del 4-1 dell’andata) l’Eintracht sarà impegnato con il Bayern Leverkusen.
 

I più letti