Cristiano Ronaldo mostra il 5 ai tifosi del Wanda e ai giornalisti dopo Atletico-Juve

Champions League

I tifosi colchoneros attaccano e Ronaldo risponde. Fischi e cori contro l'ex Real che replica con il cinque della mano, come le Champions sulla propria bacheca. Per lui una partita nella partita coi "vecchi" rivali. All'uscita dallo stadio in zona mista, ha riproposto lo stesso gesto. "Passa l'Atletico? Vedremo". La sfida del ritorno è già iniziata

ATLETICO-JUVE 2-0: GOL E HIGHLIGHTS

OPERAZIONE REMONTADA, I NUMERI DICONO CHE...

PIRLO, PUNIZIONE NEGLI STUDI SKY. VIDEO

Io cinque, voi zero. Cristiano Ronaldo risponde con una mano all'accoglienza del Wanda e di tutti i tifosi dell'Atletico, che lo ritrovano da avversario dopo gli anni dei derby di Madrid. Fischi, costanti, e ad ogni pallone giocato. Dal primo all'ultimo istante, e accompagnati da insulti e cori sui problemi finanziari col fisco spagnolo che hanno avuto come protagonista il fenomeno portoghese della Juventus. Contro i colchoneros CR7 ha segnato 22 gol con la maglietta blanca del Real, trovando la rete ogni 126 minuti e vincendo 15 di 31 confronti diretti, tra cui le due finali di Champions League del 2014 e 2016 che da quelle parti fanno ancora malissimo. Non solo, da stella e leader del Real Madrid è stato "nemico" pubblico numero uno per tante stagioni, che a Madrid sponda Atletico non hanno ovviamente dimenticato. 

"Cristiano es un moroso" hanno cantato allora dagli spalti del Wanda, che - come sottolinea As - si collega direttamente ai suoi problemi col fisco spagnolo. Poi i cori continuano e i fischi sono assordanti, sempre più quando i difensori dell'Atletico riescono a fermarlo. Quella di Cristiano è una partita nella partita, che va oltre il campo, la tattica e la tecnica, ed entra nel mentale. Ancor di più contro una squadra come l'Atletico di Simeone e ancor di più da vecchio rivale. La sua risposta è allora stata immediata: cinque della mano alto e diretto verso i tifosi. Cinque come le Champions League vinte - da solo - dal portoghese (una con lo United e quattro col Real) ma anche come i suoi Palloni d'Oro. Da record. Insomma, un botta e risposta da veri rivali. Un gesto non tanto di frustrazione quanto di sfida perché alla Juve non credono che sia tutto finito al Wanda Metropolitano, men che meno per uno che ha il carattere di Cristiano Ronaldo e per una squadra che la scorsa stagione stava ribaltando proprio il Real di CR7 dopo i tre gol presi all'andata. Quindi un avvertimento importante, quel cinque, che Ronaldo vorrebbe si trasformasse in sei, una sfida nella sfida per la Juve che è convinta della remontada.

CR7, lo stesso gesto all’uscita: "Passa l'Atletico? Vedremo"

Lasciando il Wanda Metropolitano, Cristiano Ronaldo ha "ricordato" il suo palmares rispetto all’Atletico quanto a Champions League mentre abbandonava la zona mista: "Io ne ho vinte 5, l’Atletico zero". Il portoghese ha accompagnato la sua affermazione con due gesti: il primo con cinque dita della mano aperti, l’altro mostrando uno zero con l’indice e il pollice. E alla domanda: "Passerà l’Atletico?", CR7 ha risposto: "Vedremo". Insomma l'avvertimento già mostrato ai tifosi dell'Atletico si è ripetuto in "mix zone" con i giornalisti di casa gongolanti per il successo della squadra di Simeone. Ronaldo ha chiaramente fatto intendere che non ci sta, cercando di far valere il suo peso e la sua personalità, un senso di frustrazione al contrario da far vivere ai tifosi e alla stampa dell'Atletico a cui bruciano ancora tanto le due Champions League perse contro il Real propro di CR7

I più letti