Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
20 febbraio 2019

Neuer, in Liverpool-Bayern record di tocchi. E ad Anfield la porta è ancora inviolata

print-icon

Nel pareggio in trasferta contro il Liverpool, tra i bavaresi grande protagonista il portiere tedesco. Non solo ha mantenuto la porta inviolata contro un attacco stellare, Neuer ha anche toccato il pallone 70 volte, più che in ogni altra partita della sua carriera in Champions League

LIVERPOOL-BAYERN 0-0: GLI HIGHLIGHTS

L'ERRORE CLAMOROSO DI MANE' IN LIVERPOOL-BAYERN: VIDEO

LIVERPOOL-BAYERN, L'ANALISI TECNICA

Tutta la UEFA Champions League è solo su Sky

Che il suo nome sia il primo che viene associato al concetto di 'portiere moderno' è ormai un dato di fatto. Nell’ultima sfida di Champions League disputata con il suo Bayern Monaco, il pareggio senza reti ad Anfield contro il Liverpool, Manuel Neuer ha dato ancora una volta prova di tutte le sue qualità. Numeri importantissimi per il portiere tedesco, che - insieme ai compagni autori di un’ottima prova difensiva – è riuscito a tenere a galla la squadra di Kovac contro l’attacco stellare di Jurgen Klopp. 0-0 il risultato finale ad Anfield Road, con Neuer che si è reso protagonista non soltanto tra i pali. Da sempre abituato a giocare il pallone con i piedi con una naturalezza impressionante – merito anche degli insegnamenti di Pep Guardiola –, nonostante l’importanza della sfida e la posta in palio il portiere del Bayern Monaco ha effettuato anche qualche giocata 'pericolosa' senza però correre alcun rischio. E, in totale, nella gara di Anfield Neuer ha toccato il pallone per ben 70 volte, più che in ogni altra partita della sua carriera in Champions League. Sintomo di estrema personalità.

Porta inviolata, ad Anfield è la terza volta

Un altro merito di Neuer è stato quello di mantenere inviolata la porta del Bayern Monaco contro l’attacco stellare del Liverpool. A nulla sono valsi i tentativi di Salah, Mané, Firmino e compagni, la compattezza della squadra tedesca ha resistito fino in fondo. Un’impresa, quella di non subire gol ad Anfield, che in questa stagione era riuscita soltanto al Manchester City, ma che in passato i bavaresi erano già stati in grado di compiere. Tutte le ultime tre gare del Bayern ad Anfield nelle competizioni europee, infatti, si sono concluse con il risultato di 0-0: prima dell’andata degli ottavi di finale di questa edizione, era arrivato un pareggio senza reti anche nel secondo turno della Coppe delle Coppe 1971 (a passare fu poi il Bayern in virtù del 3-1 in Germania) e nella semifinale della Coppa dei Campioni 1981 (Liverpool finalista grazie all’1-1 in trasferta).

Neuer: "Bravi a difenderci"

Della prova di carattere della sua squadra sul campo del Liverpool ha parlato dopo il match lo stesso Manuel Neuer: "Sicuramente volevamo segnare – ha detto il portiere del Bayern Monaco ai microfoni di Sky Sport – e a livello offensivo abbiamo provato di tutto per farlo. Però sapevamo perfettamente che sarebbe stato complicato e che sarebbe stato importante fare attenzione in fase difensiva, siamo stati bravi a difenderci in maniera compatta. Il Liverpool ci ha di certo reso la vita difficile, ma noi abbiamo giocato da squadra, soprattutto a livello difensivo. Siamo felici di aver dimostrato tanto in quanto a spirito di squadra. Peccato, purtroppo non siamo riusciti a segnare una rete che in Champions League, soprattutto in trasferta, risulta fondamentale".

Klopp: "Non è il risultato dei nostri sogni, ma va bene così"

Alla fine del match di andata degli ottavi di Champions League di Anfield tra il Liverpool e il Bayern Monaco, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport anche l’allenatore dei Reds Jurgen Klopp. "Nel primo tempo abbiamo dovuto un po’ forzare le giocate – ha spiegato -, non è stata una giornata in cui tutto ci veniva facile e per questo abbiamo dovuto forzare. A livello fisico il Bayern Monaco è molto forte, ma noi ci siamo resi la vita un po’ complicata. Soprattutto nell’ultimo passaggio non siamo stati brillanti, almeno una decina di volte abbiamo sbagliato situazioni non troppo difficili, in particolar modo in contropiede o nell’area di rigore avversaria. Non siamo riusciti a fare l’ultimo passaggio in maniera corretta e per questo è arrivato questo risultato. Penso che il pareggio a questo punto sia giusto, abbiamo giocato in questo modo e potevamo fare meglio, ma non dimentichiamo che contro questo Bayern è stata una vera lotta. Abbiamo avuto delle occasioni, questo è sicuro, però nel secondo tempo nessuna delle due squadre è andata vicino al gol. Questa è la Champions League, il ritmo è altissimo e c’è anche tensione. Ma per noi va bene anche così, aspettiamo la partita di ritorno e dobbiamo ripartire da questa sfida per cercare di raggiungere un buon risultato a Monaco. Quello che è maturato ad Anfield non è il risultato dei nostri sogni, ma va bene così".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi