Allegri su Twitter dopo Atletico-Juve: "20 giorni per una sfida da vincere insieme"

Champions League

I bianconeri chiamati ad un’autentica impresa allo Stadium. Non sarà niente affatto facile ribaltare il 2-0 del Wanda Metropolitano: “20 giorni per essere pronti a vivere e a vincere una sfida tutti assieme. Fino alla fine” Il messaggio di Allegri. Solo quattro volte l’Atletico ha perso con due o più gol di scarto in Europa

OPERAZIONE REMONTADA, I NUMERI DICONO CHE...

RONALDO, IL GESTO A TIFOSI E GIORNALISTI DELL'ATLETICO

PIRLO, PUNIZIONE NEGLI STUDI SKY. VIDEO

QUANDO RIENTRA KHEDIRA?

Risveglio brusco per la Juventus, uscita frastornata dalla bolgia del Wanda Metropolitano e con la consapevolezza che, adesso, il passaggio ai quarti di finale sarà davvero un’impresa. Già, il 2-0 di Madrid è una mazzata dalla quale, però, i bianconeri dovranno riprendersi il prima possibile. Non è arrivato nessun gol, così come invece aveva richiesto Allegri, e soprattutto ne sono stati incassati due. Insomma, per riuscire nell’impensabile servirà una difesa di ferro allo Stadium e un attacco che sappia fare male: “20 giorni, 20 giorni per ESSERE PRONTI ad una sfida da VIVERE e VINCERE, tutti assieme. Fino alla fine”. Questo il messaggio postato da Massimiliano Allegri sui propri canali social. La carica dell’allenatore livornese, che – proprio a Madrid – nell’aprile scorso sfiorò l’impresa. In quel caso, al Bernabeu, le reti segnate furono tre. Quelle che servirebbero per eliminare l’Atletico Madrid, che però dovrebbe restare a secco: “Abbiamo sbagliato il secondo tempo, ma non piangiamoci addosso – le parole nel post gara di Max - ora c'è grande delusione per questo 2-0 ma capita che le squadre perdano la prima e vincano la seconda gara. Ci vorrà una grande partita al ritorno, non sarà semplice e ci vorrà l'aiuto di tutti. Ma sono fiducioso". Della serie “Non siamo morti”. Lo ha detto a caldo, lo ha ripetuto anche dopo. Fra 20 giorni ci sarà il secondo round.

"A Torino sarà una battaglia"

Con un tweet sul profilo ufficiale, anche la Juventus ha caricato l'ambiente bianconero, chiamato a risollevarsi dopo l'uno-due dell'Atletico Madrid. Il 12 marzo all'Allianz Stadium è scontato il tutto esaurito per il ritorno con i Colchoneros di Simeone.

Juve, ecco chi imitare

Ribaltare il punteggio allo Stadium sarà un’impresa quindi. Sì, perché quando i madrileni hanno inaugurato con un successo il doppio confronto nelle fasi ad eliminazioni diretta, 25 volte in altrettante occasioni tra tutte le competizioni i Colchoneros non sono mai stati eliminati. 5 volte su 5, invece, la Juventus non è riuscita a ribaltare il 2-0 incassato all’andata. Non sarà facile bucare una difesa che in Champions non perde gol da quattro partite. L’ultima squadra capace di vincere contro i ragazzi di Simeone è stata il Borussia Dortmund, che lo scorso ottobre si è imposto per 4-0. Si tratta di uno dei quattro precedenti in cui l’Atletico ha perso con due o più gol di scarto in Europa. Due volte è accaduto anche in Europa League, entrambe nella stagione 2012/2013. La prima nella fase a gironi con il Coimbra (2-0 il risultato finale). La seconda con il Rubin Kazan (anche lì con il medesimo punteggio). Il precedente che potrebbe far sperare maggiormente i tifosi della Juventus è quello del maggio 2017. Semifinale di Champions, si gioca il derby di Madrid. Finisce 3-0 per i Blancos, con Cristiano Ronaldo che segna il terzo gol. Non era il ritorno, ma l’andata. Certo è che i tifosi della Juventus, e il portoghese in primis, sperano che il passato possa ripetersi.
 

I più letti