Ajax, De Jong punge Sergio Ramos: "Ammonizione forzata? Se vinciamo, si pentirà"

Champions League

Il centrocampista olandese, già acquistato dal Barcellona per la prossima stagione, è tornato sulla squalifica di due giornate inflitta al capitano dei Blancos per l’ammonizione intenzionale dell’andata: "Loro restano i favoriti, ma noi non ci siamo arresi. E se vinciamo, si pentirà"

GIALLO FORZATO, DUE TURNI A SERGIO RAMOS

RAMOS, L’HAI FATTO APPOSTA? UEFA APRE INDAGINE

Forse sente già il derby, anche se non è ancora un giocatore del Barcellona. O meglio, Frenkie de Jong lo è diventato – c’è la firma sul contratto – ma prima dovrà finire questa stagione con la maglia dell’Ajax. Ironia della sorte, sulla sua strada in Champions League si è ritrovato proprio il Real Madrid, quelli che fra qualche mese saranno i suoi rivali numeri uno. All’andata gli olandesi hanno giocato una grande partita, ma questo non è bastato. Ad imporsi per 2-1 sono stati i Blancos, così sicuri della propria forza che il loro capitano – Sergio Ramos – ha deciso di farsi ammonire di proposito, in modo da saltare la gara di ritorno e tornare “pulito, pulito” per i quarti di finale: “Certo, se dovessimo vincere noi, forse allora si pentirà”. A dirlo a mo’ di sfida è proprio il centrocampista classe 1997, che ha parlato in esclusiva al quotidiano AD. De Jong ha negato che il difensore spagnolo abbia fatto tutto questo come forma di provocazione nei confronti dell’Ajax: “Ma la mia squadra non si è ancora arresa e ha delle possibilità. Detto questo, il Real resta ovviamente il favorito”. Un’ottima notizia per i ragazzi di Erik ten Hag viene intanto direttamente dalla federazione. La partita di campionato pre Real è stata spostata per dare maggior riposo alla squadra: “Giocare sabato avrebbe significato arrivare esausti alla domenica per poi dover volare il lunedì. Non sarebbe stato l’ideale”.

Real, questo Ajax fa paura

Insomma, il Real Madrid farà bene a non sottovalutare gli avversari. Perché, oltre all’assenza del proprio capitano – punito per il fallo volontario su Dolberg – anche i recenti risultati non hanno messo tranquillità ai ragazzi di Solari. Ma c’è di più. Perché, se l’Ajax era arrivato in condizioni non ottimali alla gara di andata contro i Blancos, lo stesso non si può dire per il ritorno. De Jong e compagni infatti, dopo la sconfitta beffa contro i Campioni d’Europa, hanno vinto tre partite su tre. Due in campionato (5-0 al NAC Breda e 1-5 al DEN Haag) e in coppa (addirittura 3-0 sul campo del Feyenoord). 13 gol fatti e uno solo subito, il miglior biglietto da visita possibile per il Bernabeu.
 

I più letti