Real Madrid-Ajax, Modric: "Ronaldo ci manca". Solari: "Ormai è il passato"

Champions League

Il centrocampista croato ha parlato alla vigilia del ritorno di Champions con l’Ajax: “Cristiano ci manca, non è facile sostituire uno che riesce a fare 50 gol a stagione. Ma non possiamo restare qui e piangerci addosso per dieci anni”. Poi sugli olandesi: “Battiamoli per dimenticare il Barcellona”

SERGIO RAMOS, SQUALIFICA PER IL GIALLO FORZATO

DE JONG SU RAMOS: “SE VINCIAMO, SI PENTIRA’”
 

A Madrid, sponda Real, c’è un problema. Più grande dei risultati che non arrivano o dei malumori di Bale e Marcelo. Sì, perché l’assenza di Ronaldo è un dato di fatto a cui non si può sperare di rimediare: “Uno come Cristiano ci manca – ha spiegato Luka Modric nella conferenza stampa pre Ajax – è praticamente impossibile trovare un ricambio all’altezza. Parliamo di un campione che segna cinquanta gol a stagione, non è semplice sostituirlo. Ci vorrebbero 2-3 giocatori da 15 o 20 gol a campionato. Ad oggi non li abbiamo e credo che questo sia il nostro problema più grande. Anche contro il Barcellona abbiamo creato tanto senza però riuscire a concretizzare. Tuttavia Cristiano non è qui, è inutile lamentarsi per dieci anni. Il club ha riposto fiducia in altri giocatori come Bale, Asensio, Benzema. Ha portato qui Mariano. Vinícius poi sta facendo molto bene per l'età che ha. A volte le cose non vanno come vogliamo. Ma l'unico modo è lavorare ed uscirne insieme". Chiaro, chiarissimo il croato. Leader del centrocampo madrileno e dello spogliatoio. Soprattutto nella gara di ritorno contro gli olandesi, dove mancherà Sergio Ramos.

“Tristi per i ko contro il Barcellona”

Dopo le batoste incassate dal Barcellona in Coppa del Re prima e in Liga poi, il Real Madrid si appresta dunque a tornare in campo. Lo farà in Champions, di nuovo al Bernabeu. Dall’altra parte l’Ajax dei ragazzini, che all’andata ha sì perso ma giocando una grande gara: “Una partita di Champions è sempre molto importante, questa in particolare per noi è fondamentale per la stagione – ha spiegato il Pallone d’Oro - non sarà facile affrontare l'Ajax, ma siamo preparati". Servirà reagire, perché i Campioni d’Europa in carica hanno vinto solo una volta dalla gara di Amsterdam: “Siamo tristi, perché abbiamo perso due volte in tre giorni contro i nostri più grandi rivali - ha aggiunto il croato - ma è importante che arrivi subito un’altra partita, perché così potremo concentrarci su altro e voltare pagina”. Chiosa anche su Bale, che non sta attraversando un periodo facilissimo: “Vedo il suo futuro qui, la chiave è solo lavorare. Gareth sta bene, tutti i calciatori hanno dei periodi in cui non giocano al meglio. E' successo anche a me. Ma non possiamo dimenticare quello che Gareth ha fatto per questa squadra". Conclusione su Vinicius, il ragazzo che sta sorprendendo tutti: “E' molto veloce, ha grande talento e motivazione. Fa bene alla squadra, deve continuare così. Siamo qui per aiutarlo a crescere, in futuro sarà un giocatore importante per il Real Madrid".

Solari: “Ronaldo è il passato”

A parlare in conferenza anche Solari. Non sono stati giorni facili per l’allenatore del Real, la cui conferma per la prossima stagione rasenta l’utopia: “Ma la squadra è molto concentrata e alla fine usciremo dal campo con la vittoria in tasca – le sue parole – Sergio Ramos? Mi dispiace che non sarà della partita, è un leader ma, per fortuna, abbiamo in squadra tanti giocatori esperti". Nessun dramma dunque, nemmeno quando gli riferiscono le parole di Modric sulla mancanza di Cristiano Ronaldo: “Il lavoro di analisi di una partita è compito dei giornalisti, io penso a preparare la squadra. E Ronaldo fa parte del passato di questo club”.
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche