Ajax, Onana: "Sergio Ramos? Prossima volta ci penserà due volte prima di farsi ammonire"

Champions League

Il portiere dell'Ajax commenta la straordinaria rimonta dei suoi in casa del Real Madrid e punge il capitano dei Blancos: "Con lui in campo non sarebbe stato così facile segnare per noi - dice -. La prossima volta ci penserà due volte prima di farsi ammonire"

CHAMPIONS, SORTEGGI UNICI PER QUARTI E SEMIFINALI

REAL, SCONTRO RAMOS-PEREZ NELLO SPOGLIATOIO

Forse meno osannato degli altri, ma altrettanto importante per la qualificazione dei suoi. André Onana ha vissuto una settimana da sogno, contribuendo alla straordinaria vittoria dell'Ajax al Bernabeu che è valsa l'accesso ai quarti di finale. "Abbiamo esultato alla grande - racconta il portiere a Marca -. In realtà è stata una festa normale, siamo andati all'hotel tutti molto contenti e lì abbiamo festeggiato. C'era anche la famiglia e siamo rimasti a Madrid, ripartendo per Amsterdam mercoledì mattina. L'avevamo lasciata in vista del ritorno di Champions con le idee molto chiare. Eravamo molto calmi: sapevamo che era complicato, ma avevamo delle possibilità. Durante la partita, poi, il nostro gioco ci ha esaltati. Non mi ha sorpreso la risposta della squadra perché li avevo visti tranquilli. La mattina tutti noi abbiamo fatto una passeggiata, ci siamo rilassati e poi in campo ci siamo comportati molto bene. Quando ho capito che ormai era fatta? Al quarto gol. Sono emozioni che non riuscirò a dimenticare a breve". Il camerunense entra poi nei dettagli del match, analizzando anche la sua parata su Lucas Vazquez e i due pali colpiti dal Real: "Ci sono degli episodi nelle partite, a volte anche la fortuna gioca la sua parte - spiega -. Forse siamo stati ricompensati della sfortuna avuta all'andata. Prima dell'incontro Ten Hag ci ha detto di essere noi stessi e di non cambiare il nostro modo abituale di giocare e far girare la palla. Loro sembravano feriti dalle sconfitte con il Barça". Inevitabile, poi, non parlare dell'assenza di Sergio Ramos che aveva forzato il giallo nei primi 90 minuti: "Forse ci ha sottovalutati, ma sono cose che succedono nel calcio - aggiunge Onana -. Probabilmente con lui in campo non avremmo segnato tanti gol, ma alcuni giocatori usano questa tattica. Immagino che ora ci penserà due volte prima di farlo di nuovo. Se ci siamo sentiti sminuiti? No, abbiamo guardato solo in casa nostra. Non ci importava cosa pensassero, abbiamo badato al nostro. Anche ad Amsterdam avevamo giocato meglio, il 2-1 finale non rifletteva quanto si era visto in campo".

"Tornare al Barça? Sarebbe un sogno, ma ora ne sto realizzando un altro"

Il portiere dell'Ajax commenta, infine, anche la situazione mercato personale e dei compagni: "Non credo ci sarà una fuga in estate - afferma il classe '96 -. Tutti crediamo in questo progetto. È vero che tra ora e la fine della stagione potrebbero accadere tante cose, ma ora siamo concentrati sull'immediato futuro e credo che non sia il momento di parlarne. Io al Barcellona al posto di Cillessen? In queste ultime settimane non ci sono stati contatti o almeno non che io sappia. Dovreste parlare con i miei agenti per sapere come stanno le cose. Mi sento di essere in grado di giocare in una grande squadra, ma anche adesso sono in un club che ha grandi obiettivi. Ho già detto che tornare al Barça sarebbe un sogno, ma ora ne sto realizzando un altro. Vedremo cosa succederà in futuro, sono calmo". Il sogno attuale, infatti, è vincere la Champions: "Sarà complicato farcela - conclude Onana -, ma la cosa più difficile era eliminare il Real Madrid e l'abbiamo fatto".

I più letti