Juve-Atletico, Lippi: "Bianconeri immortali. Discutere Allegri è da manicomio"

Champions League

L'ex allenatore bianconero in un'intervista a Repubblica: "La Juventus è immortale, sbagliato darla per spacciata. Discutere Allegri è da manicomio"

JUVE-ATLETICO LIVE

JUVENTUS: CALENDARIO - RISULTATI - NEWS

"La  Juventus non è mai morta, chi la dà per spacciata non la conosce. La Juve in un certo senso è immortale, soprattutto quando la feriscono", firmato Marcello Lippi. L'ex allenatore bianconero parla così in un’intervista rilasciata a Repubblica nel corso della quale conferma di credere eccome nel passaggio del turno di Cristiano Ronaldo e compagni, nonostante il ko per 2-0 nell’ottavo d’andata contro l’Atletico: "Calma con i processi, vediamo prima come va a finire: la Juve ha sette vite, anzi settanta. Questa è una squadra di veterani, tutti sanno come gestire i momenti di sofferenza. La Juve non dovrà mai uscire dalla gara, e pazientare con molta attenzione. I gol arriveranno", ha proseguito Lippi. Che si schiera senza mezze misure dalla parte di Max Allegri, contestato per non far giocare in maniera brillante la Juventus: "Vincere  è un ottimo modo di giocare bene, tutto il resto è chiacchiera. Discutere Allegri dopo quasi cinque scudetti in cinque anni e due finali di Champions è da manicomio".

"Col Real capolavoro sfiorato un anno fa. L'Atletico lo sa"

"Ma voi credete che sia facile vincere? Per la Champions c’è il meglio d'Europa, basta mancare un dettaglio e sei fuori. Serve anche un po' di fortuna, quella che la Juve molte volte non ha avuto. Ma nessuno dimentichi cosa stava per realizzare l’anno scorso al Bernabeu: 3-0 in casa del Real. E questo lo sa anche l’Atletico", ha proseguito Lippi. Che nel corso dell’intervista a Repubblica lancia anche un augurio ad Allegri e a tutto il popolo bianconero: "Mi sono stancato di essere l’ultimo allenatore ad aver vinto questa coppa con la Juventus. Spera che l'attesa per rivedere la Champions a Torino finisca già a giugno". Pensiero finale su Buffon, protagonista in negativo con un errore che ha contribuito all’eliminazione del Psg contro lo United: "Giù le mani da Gigi, un errore può capitare a chiunque e l’età non c’entra niente, si sbaglia da ragazzini e si sbaglia dopo. E poi Buffon è il portiere con più parate in tutto il campionato francese. Pure lui, diciamolo, immortale o quasi", ha concluso Lippi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.