Juventus-Atletico Madrid, Allegri: "Che serata! Ora sotto a chi tocca"

Champions League

L'allenatore bianconero dopo il 3-0 all'Atletico e il passaggio del turno: "Gara giocata con lucidità e con grande maturità. Passo in avanti sul piano del gioco e della consapevolezza, ora vedremo chi affronteremo ai quarti"

CR7 SHOW, JUVE-ATLETICO: 3-0

ALLEGRI SHOW, GUARDA IL SUO COLPO DI TACCO

IMPRESA JUVE, LE REAZIONI DELLA STAMPA

CR7, I NUMERI DEL RE DELLA CHAMPIONS

VIDEO, ANCHE DOUGLAS ESULTA COSI'

La gioia al termine di una serata straordinaria che ha permesso alla Juventus di accedere ai quarti di finale di Champions League, dopo il successo per 3-0 sull'Atletico: "Non c'è stato tanto di Allegri, ma c'è stato tanto dei ragazzi perché hanno interpretato in maniera ottimale la partita, giocando con velocità, tecnica, aggressione e dando ampiezza al campo. Anche all'andata volevo giocare così inizialmente, poi ci ho ripensato e ho fatto altre scelte", le parole dell'allenatore bianconero a Sky Sport. Allegri ha poi proseguito: "Stasera i ragazzi hanno fatto una partita lucida e di freddezza, questa era una gara che aspettavamo da tanto e il rischio era quello di fare una partita isterica e nevrotica per trovare subito di ribaltare il risultato, invece ho detto ai ragazzi di giocare in un certo modo considerando che avevamo a disposizione 90 minuti o addirittura 120".

"Passo avanti per gioco e consapevolezza"

"Predizione di passaggio turno dopo il gol fallito da Lemar nel finale della gara d'andata ? Sono segnali: lo scorso anno il passaggio del turno con il Real Madrid fu determinato da una punizione di Dybala che uscì di mezzo centimetro, poi venne ammonito Sergio Ramos e poi il rigore non rigore di Cuadrado nel finale", ha aggiunto l'allenatore della Juventus. "Ho cercato solo gli uomini giuste per le soluzioni giuste: Spinazzola ha fatto una bella partita, così come Bernardeschi, ma sono stati tutti bravissimi. La squadra dimostrato di avere grande maturità. Serviva una grande prestazione per passare il turno ed è arrivata. I ragazzi sono stati bravi soprattutto nel trovare la posizione, così come Emre Can. C'è stato un passo in avanti sul piano del gioco e della consapevolezza, ora vedremo chi affronteremo ai quarti", ha proseguito Allegri.

"Prestazione che dà soddisfazione a tutto l'ambiente"

"O sbaglio troppo all'andata o azzecco tutto al ritorno...", sorride Allegri analizzando le grandi gare di ritorno in Champions sotto la sua gestione. "Questa partita qui la volevo fare anche all'andata, poi ho cambiato idea e ho scelto giocatori diversi. Nella gara d'andata dopo la traversa siamo usciti dal campo perché pensavamo di averla scampata. Poi abbiamo giocato in maniera lenta, senza andare in avanti e abbiamo sbagliato la gestione". Chiusura finale: "Fattore C? Ogni tanto ci vuole... Questa prestazione dà soddisfazione a tifosi, società e calciatori. Ora pensiamo al campionato per arrivare quanto prima alla meta e poi passiamo di nuovo alla Champions. Il messaggio di complimenti di Buffon? Dico grazie a Gigi, ha fatto la storia della Juventus: dispiace che sia uscito, ma speriamo di portarlo con noi arrivando in fondo a Madrid", ha dichiarato Allegri.

I più letti