Del Bosque: "Ho fatto di tutto per convincere Messi a giocare con la Spagna"

Champions League

L’ex commissario tecnico della Spagna ha raccontato di come la federazione abbia provato a convincere l’argentino a passare con la Roja, ottenendo un rifiuto. “Sarebbe stato un sogno allenarlo” ha detto Del Bosque, vincitore di un Mondiale e un Europeo

DEL PIERO: "MESSI ERA INVASATO, PUNIZIONE DA URLO"

BALOTELLI ESALTA MESSI: "NON PARAGONATELO A CR7"

MESSI: "NON È ANCORA FINITA. GOL? ANCHE FORTUNA"

Lionel Messi ha steso il Liverpool con una doppietta, ipotecando per il Barcellona la qualificazione alla finale di Champions League. L’argentino ha incantato tutti gli appassionati con la splendida punizione che è valsa il 3-0 definitivo, nonostante gli inglesi meritassero molto di più. Vicente Del Bosque, che ha allenato la Spagna dal 2008 al 2016 conquistando un Mondiale e un Europeo, ha svelato un incredibile retroscena proprio sul fenomeno dei blaugrana durante Super Deportivo Radio, programma in onda sulle frequenze di Radio Villa Trinidad. “La federazione spagnola fece tutto il possibile per convincerlo a giocare per la Roja, ma lui rifiutò la proposta perché ama il suo paese. Di certo il suo inserimento ci avrebbe fatto migliorare, Messi è Messi e ce n'è uno solo. Sarebbe stato un sogno poterlo allenare” ha raccontato l’ex c.t. delle Furie Rosse.

Messi e il Mondiale

Il dibattito sul fatto che Messi possa essere considerato o meno il più grande calciatore di tutti i tempi è ancora aperto. Per chi considera ancora Maradona avanti rispetto a lui, argomenta con la vittoria del Mondiale, che Diego riuscì a centrare nel 1986 e che la Pulce sfiorò soltanto con la finale del 2014. Ma per Del Bosque questo non incide quando si parla del giocatore: “Non gli toglie nulla e non mette in dubbio le vittorie ottenute finora”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche