Atalanta, Freuler: "Crediamo alla Champions, altrimenti non andremmo a Lisbona"

Champions League

Il centrocampista nerazzurro a Sky Sport: "Crediamo di poter vincere la Champions, altrimenti non andremmo nemmeno a Lisbona. In gara secca possiamo battere chiunque. Scudetto il prossimo anno? Giocando così tutto è possibile"  

SERIE A, LE PROBABILI FORMAZIONI

Un sogno Champions, mai stato così vicino per l’Atalanta, da inseguire con tutte le proprie forze. "Sono tre gare secche e noi in gara secca possiamo battere chiunque. Se ci crediamo? Sì, altrimenti non andremmo nemmeno Lisbona...". Remo Freuler, uno dei punti fermi della squadra nerazzurra, non nasconde le ambizioni della sua squadra, impegnata nelle Final Eigth di Champions a Lisbona (dal 12 al 23 agosto), il Psg come primo scoglio da superare. Intervenuto a Sky Sport dopo il pareggio contro il Milan, il centrocampista dell’Atalanta ha analizzato la stagione della sua squadra: "Il secondo posto per noi è un grande obiettivo, perché dietro ci sono squadre molto forti. Non siamo i primi dei perdenti. Lottare per lo scudetto il prossimo anno? È sempre difficile parlare prima. Vogliamo provare a fare più punti possibili, ma se giochiamo come quest'anno tutto è possibile".

"Futuro? Sono molto felice all'Atalanta"

vedi anche

Gli highlights di Milan-Atalanta

"Prima dell’inizio di questa stagione ho detto a Luca Percassi che eravamo più forti dello scorso anno: siamo riusciti a fare un salto di qualità, confermando meritatamente la qualificazione in Champions League”, le parole di Freuler. "Adesso non ci alleniamo molto, ma durante il lockdown abbiamo fatto tanto, anche a casa, seguendo programmi personalizzati. E prima del lockdown abbiamo lavorato duramente, questo è un merito del mister Gasperini. Io non avevo mai lavorato così tanto come con il mister…", ha proseguito il centrocampista svizzero. Chiusura sul suo futuro: "Si parla sempre molto, se arriva un'offerta è un'altra cosa, ma sono molto felice all'Atalanta. Quando abbiamo raggiunto la Champions non ho pensato assolutamente ad andare via.  Qui ho ancora un contratto lungo, anche se nel calcio non si sa mai".