Pirlo dopo Juventus-Ferencvaros: "Siamo stati un po' superficiali, mi aspettavo di più"

champions

L'allenatore bianconero analizza il match che ha regalato la qualificazione agli ottavi di finale: "Volevamo entrare in campo con un altro atteggiamento, ma in queste partite apparentemente semplici si rischia di andare incontro a delle difficoltà"

VIDEO. GLI HIGHLIGHTS DI JUVE-FERENCVAROS

La Juventus conquista la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League con due turni d'anticipo, ma non convince. La vittoria sul Ferencvaros arriva infatti soltanto nei minuti di recupero, grazie alla quinta rete europea in questa stagione per Alvaro Morata. Andrea Pirlo, intervenuto nel post partita ai microfoni di Sky Sport, analizza così la prestazione dei bianconeri: "L'obiettivo era quello di entrare con un altro atteggiamento, ma quando si giocano queste partite apparentemente semplici si rischia di andare incontro a delle difficoltà. Siamo stati un po' superficiali e siamo stati poi costretti a rincorrere. Non abbiamo fatto bene la prima pressione come avevamo preparato. E' normale non avere sempre la stessa intensità per molte partite, ma siamo stati bravi a non subire ripartenze. Nel secondo tempo ci siamo sistemati e abbiamo fatto meglio. Mi aspettavo di più, ma era una partita difficile contro un avversario che si è chiuso molto. Il ritmo della palla non era molto alto e per loro è stato più semplice scalare da destra a sinistra".

"De Ligt è un campione. Dybala non benissimo, ma è in crescita"

JUVENTUS

La spiegazione delle parole di Pirlo su Dybala

L'allenatore bianconero ha poi analizzato le prestazioni di alcuni singoli. Dal ritorno positivo di Matthijs De Ligt, al passo indietro di Arthur dopo le recenti buone gare, fino ad arrivare a Paulo Dybala (sostituito al minuto 62): "Quello di De Ligt è un ritorno importante, è un campione in tutti sensi, sia sul piano calcistico che umano. E' un capitano già a 20 anni e lo aspettavamo da tempo. Riesce sempre a tenere la squadra corta e a correre in avanti, che è quello che chiediamo durante la partita. Arthur si è intestardito un po' a portare la palla, cercando spesso la soluzione più internamente, quando forse era meglio allargare di più il gioco. Sta crescendo dal punto di vista fisico e sotto quell'aspetto non ha demeritato, ma per ora ha ancora poco la qualità di saper allargare il gioco, deve migliorare. Dybala non ha fatto benissimo, ma è in crescita. Viene da un periodo di inattività ed è normale che abbia bisogno di un po' più di tempo degli altri. Deve crescere, andare oltre la sua soglia durante gli allenamenti e migliorare la propria condizione".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.