Chelsea in finale di Champions per la terza volta: sempre con allenatori subentrati

IL DATO

Eliminando il Real Madrid in semifinale, i Blues hanno conquistato la terza finale di Champions League della loro storia. E c'è un dato particolare che accomuna tutte e tre le qualificazioni: sono sempre arrivate grazie a un allenatore subentrato a stagione in corso. Ecco gli altri precedenti

CHELSEA-REAL MADRID 2-0: GOL E HIGHLIGHTS

1-1 nella semifinale di andata a Valdebebas, 2-0 al ritorno a Stamford Bridge: il Chelsea elimina il Real Madrid e conquista la terza finale di Champions League della sua storia. Un grandissimo traguardo per i Blues, che mancavano l'appuntamento con l'ultimo atto della principale competizione europea per club dal 2012, anno dell'unico trionfo. Ma c'è un dato particolarmente curioso che accumuna tutte e tre le qualificazioni del Chelsea alla finale di Champions: in tutte le circostanze, infatti, il club inglese ha giocato la partita più importante essendo guidato in panchina da un allenatore arrivato a stagione in corso.

Da Grant a Di Matteo: i precedenti in finale

  • Finale 2007/08, Avram Grant subentra a José Mourinho. Fu l'allenatore israeliano, chiamato al posto dello Special One a metà stagione, a portare per la prima storica volta il Chelsea in finale di Champions League. L'ultimo atto di quell'edizione del torneo, giocato contro il Manchester United sotto il diluvio di Mosca il 21 maggio 2008, si decise ai calci di rigore dopo l'1-1 dei 90' regolamentari (gol di Cristiano Ronaldo e Lampard). Nessuna rete nei supplementari, ai rigori fu decisivo il clamoroso scivolone di John Terry. L'ultimo errore, quello che diede la coppa ai Red Devils, fu quello di Nicolas Anelka.

L'ANALISI

Chelsea in finale, come Tuchel ha cambiato i Blues

  • Finale 2011/12, Roberto Di Matteo subentra a Andres Villas-Boas. Scelto come soluzione interna dopo il flop dell'ex collaboratore di Mourinho, Di Matteo ha scritto per sempre il suo nome nella storia del Chelsea. È lui, infatti, l'unico allenatore ad aver portato i Blues sul tetto d'Europa, battendo ai calci di rigore il Bayern Monaco a domicilio il 19 maggio 2012. All'Allianz Arena, dopo l'1-1 dei regolamentari (gol di Muller e Drogba), furono decisivi gli errori dal dischetto di Olic e Schweinsteiger per i bavaresi. Per il Chelsea, neanche a dirlo, la firma decisiva fu quella di Drogba.
  • Finale 2020/21, Thomas Tuchel subentra a Frank Lampard. A portare il Chelsea per la terza volta in finale di Champions League ci ha pensato l'ex allenatore del Paris Saint-Germain, alla sua seconda finale consecutiva dopo quella disputata nella scorsa annata alla guida dei parigini. Esonerato dai francesi alla fine del 2020, poche settimane dopo Tuchel è stato scelto dai Blues per prendere il posto dello storico ex capitano Frank Lampard. Risultati più che positivi per l'allenatore tedesco, che ha fatto bene in Premier League e ha convinto in Europa, eliminando Atletico Madrid, Porto e Real Madrid nella fase a eliminazione diretta. Adesso l'ultima sfida, quella con il Manchester City di Guardiola: appuntamento a Istanbul il prossimo 29 maggio

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche