Real Madrid-Sheriff, Ancelotti: "Zidane ha vinto tre Champions, io ne vorrei una in più"

Champions League

L'allenatore del Real Madrid: "Questo club ha qualcosa di speciale in questa competizione. E' la più complicata di tutte, ma nessuno è più abituato di noi a vincere la Champions". E sul match contro lo Sheriff: "Giocano bene e hanno battuto lo Shakhtar. Servirà massima concentrazione per portare a casa i tre punti"

La vigilia del match tra Real Madrid e Sheriff Tiraspol è stata anche l'occasione per mettere in paragone due allenatori super-vincenti come Zinedine Zidane e Carlo Ancelotti. Entrambi hanno vinto tre Champions League in carriera e l'attuale allenatore del Real Madrid sogna di effettuare il sorpasso proprio in questa stagione: "Zizou ha fatto molto bene, spero di essere alla sua altezza e anche di essere in grado di vincere una Champions in più". Ancelotti ha proseguito, parlando delle ambizioni della sua squadra in questa Champions: "Tornare al Bernabeu ci rende ancora più emozionati. Abbiamo tanti ricordi di Champions League qui. Questo club ha qualcosa di speciale in questa competizione. E' la più complicata, la più dura, ma questo club ha più di chiunque l'abitudine a vincerla. Quindi, partiamo con un piccolo vantaggio".

"Lo Sheriff gioca bene, servirà massima concentrazione"

approfondimento

CR7 stacca Casillas: 1° per presenze in Champions

Ancelotti si è soffermato anche sull'avversario che si troverà di fronte, che nella gara d'esordio ha battuto un po' a sorpresa lo Shakhtar Donetsk: "Lo Sheriff gioca bene, hanno fatto bene contro la Dinamo Zagabria nel preliminare e alla loro prima partita, sono molto organizzati, molto veloci davanti, quindi servirà la massima concentrazione per raccogliere i tre punti. E' una squadra pronta a competere, hanno battuto lo Shakhtar, che è riuscito a metterci in difficoltà la scorsa stagione". L'allenatore del Real ha concluso, commentando il momento di Modric: "Con Luka sono felice, ha avuto un infortunio ma ora sta bene. Quando cambio un giocatore al 75' non è perché ha sbagliato, è perché voglio mettere un po' di freschezza. Devo anche considerare che ha 36 anni e dieci minuti in meno possono evitare problemi in futuro".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche