Champions League, partite e curiosità sulla terza giornata

Champions League
©Ansa
Atalanta's Pessina Matteo celebrates after goal 1-0 with his teammate Atalanta's Zappacosta Davide and Atalanta's Maehle Joakim during the UEFA Champions League group F soccer match between Atalanta B.C. and BSC Young Boys at the Gewiss Stadium in Bergamo, Italy, 29 September 2021
ANSA/PAOLO MAGNI

Numeri, curiosità, precedenti e statistiche delle gare della terza giornata di Champions League: tutto quello che c'è da sapere sulle sfide del terzo turno della competizione

MAN UNITED-ATALANTA LIVE

Besiktas-Sporting Lisbona, martedì 19 ottobre, ore 18:45

Quello di martedì sarà il terzo incrocio della storia tra Besiktas e Sporting Lisbona. Il bilancio è a favore dei portoghesi, che nell'edizione 2015/16 di Europa League hanno vinto in casa per 3-1 e pareggiato in Turchia 1-1. La tradizione dello Sporting in Turchia dice tre pareggi e una sconfitta (contro l'Istanbul Basaksehir nel febbraio 2020). Al Besiktas invece le squadre portoghesi sono sempre rimaste piuttosto indigeste in casa, dove sono arrivati quattro pareggi e quattro sconfitte, con le uniche tre vittorie che sono arrivate solo in trasferta. Entrambe le squadre, infine, sono alla ricerca del primo punto in Champions League in questa stagione: contro Ajax e Borussia Dortmund sia i turchi che i portoghesi hanno raccolto zero punti, nelle prime due giornate del gruppo C.

Club Brugge-Manchester City, martedì 19 ottobre, ore 18:45

leggi anche

Inter-Sheriff a Makkelie, Brych per Porto-Milan

Si tratterà del primo incontro assoluto tra le due squadre in competizioni europee. Il Brugge non vince contro una squadra di Premier dal febbraio 1995, quando sconfisse il Chelsea in Coppa delle Coppe (1-0). Da allora sono arrivate dodici ko consecutivi. Statistiche quasi diametralmente opposte per i Citizens, che hanno vinto cinque delle ultime sei partite europee giocate contro squadre belghe, di cui l'ultima risale all'ottobre del 2003 (vittoria per 1-0 in casa del Lokeren). Il Club Brugge è imbattuto da quattro turni di Champions League (due vittorie e due pareggi), per il miglior bilancio di sempre in una serie di quattro partite in questa competizione: il City invece arriva dalla sconfitta subita a Parigi contro il PSG (2-0). Il Brugge è secondo nel gruppo A, con 4 punti, mentre il City è terzo, con 3 punti dopo le prime due giornate.

Ajax-Borussia Dortmund, martedì 19 ottobre, ore 21

Quando le due squadre si affrontano in Champions League, una delle due arriva sempre in finale: è successo nella stagione 1995/96, quando l'Ajax eliminò il Borussia ai quarti e poi arrivò alla finale di Roma contro la Juventus (persa ai rigori), e nella stagione 2012/13, quando il Borussia sconfisse l'Ajax in entrambe le partite della fase a gironi (1-0 in casa e 4-1 in Olanda) per poi arrivare in finale contro il Bayern Monaco (persa 1-2). Le due squadre, in questa edizione di Champions, comandano il gruppo C con 6 punti dopo le prime due giornate.

Atletico Madrid-Liverpool, martedì 19 ottobre, ore 21

L'ultimo incontro tra le due squadre risale alla stagione 2019/20: erano gli ottavi di finale e l'Atletico eliminò i Reds, vincendo 1-0 in casa e 3-2 ad Anfield ai tempi supplementari. Per il Liverpool i 'colchoneros' sono una bestia nera: in quattro precedenti non è mai arrivata una vittoria, con il bilancio che vede due successi dell'Atletico e due pareggi. I Reds comandano il gruppo B (del Milan) con 6 punti, mentre l'Atletico segue a quota 4. 

Porto-Milan, martedì 19 ottobre, ore 21

L'ultima volta che le due squadre si sono affrontate era l'estate del 2003, nella Supercoppa europa vinta dal Milan per 1-0 grazie al gol di Andriy Shevhcenko: i rossoneri di Ancelotti erano freschi vincitori della Champions League, mentre il Porto di Mourinho aveva vinto la Coppa UEFA e di lì a pochi mesi avrebbe sollevato anche la 'coppa dalle grandi orecchie', in finale contro il Monaco. L'ultima sfida di Champions risale invece alla fase a gironi della stagione 1996/97: il Porto vinse a San Siro per 3-2, mentre in Portogallo la gara finì 1-1. Quest'anno, dopo le prime due giornate del gruppo B, il Porto ha raccolto un punto, mentre il Milan è ancora a secco. 

Inter-Sheriff Tiraspol, martedì 19 ottobre, ore 21

Si tratta del primo confronto assoluto tra le due squadre. Nel caso in cui lo Sheriff dovesse vincere, diventerebbe la terza squadra a vincere le prime tre partite in assoluto in Champions League, dopo Leicester (stagione 2016/17) e Malaga (stagione 2012/13). L'Inter non ha trovato il gol nelle ultime tre partite casalinghe in Champions, e ha vinto solo una delle ultime nove partite in questa competizione. Dopo le prime due giornate, lo Sheriff comanda a sorpresa il gruppo D con 6 punti, mentre l'Inter occupa il terzo posto, a quota 1. 

Paris Saint-Germain-Lipsia, martedì 19 ottobre, ore 21

Si tratta della terza stagione consecutiva in cui le due squadre s'incontrano in Champions League: nel 2019/20, il PSG ha vinto 3-0 nella semifinale secca a Lisbona, mentre nella scorsa stagione le due squadre hanno vinto in casa nelle due sfide della fase a gironi (Lipsia-PSG 2-1, PSG-Lipsia 1-0). Nel gruppo A, il Lipsia è fermo a 0 punti, mentre il PSG è in testa a quota 4, dopo aver pareggiato contro il Brugge e vinto contro il City. 

Shakhtar Donetsk-Real Madrid, martedì 19 ottobre, ore 21

Le due squadre si erano affrontate nei gironi anche nella scorsa edizione di Champions, con lo Shakhtar che ha vinto entrambe le partite (2-0 in casa e 3-2 in trasferta). Per Ancelotti, in caso di sconfitta, si tratterebbe del secondo ko di fila in Champions da aprile 2017 (quando fu proprio il Real a batterlo due volte, mentre siedeva nella panchina del Bayern, ai quarti di finale). Nel gruppo D, il Real è secondo con 3 punti, mentre lo Shakhtar è ultimo con 1 punto e la peggiore differenza reti rispetto all'Inter che ha i suoi stessi punti dopo le prime due giornate. 

Barcellona-Dynamo Kiev, mercoledì 20 ottobre, ore 18:45

Il bilancio tra le due squadre è favorevole al Barcellona, che ha vinto quattro dei sei confronti contro la Dynamo Kiev (di cui gli ultimi due arrivati nella scorsa edizione di Champions). Le prime due partite che hanno opposto Barça e Dynamo, però, furono un incubo per i blaugrana: gli ucraini vinsero entrambe le partite, con Andriy Shevchenko che segnò anche una tripletta al Camp Nou nel novembre del 1997. Il Barcellona ha perso le ultime tre partite casalinghe di Champions League: la peggiore serie di sempre in casa, in una competizione europea. Dopo le prime due giornate, la Dynamo ha 1 punto e occupa la terza posizione, mentre il Barcellona è ancora fermo a 0 punti. 

Salisburgo-Wolfsburg, mercoledì 20 ottobre, ore 18:45

Si tratta del primo confronto assoluto tra le due squadre in una competizione europea. Il Wolfsburg in passato aveva affrontato solo una squadra austriaca in Europa: era lo Sturm Graz nella Coppa Intertoto del 2005. Nel gruppo G, il Salisburgo è in testa con 4 punti, mentre il Wolfsburg occupa il terzo posto con 2 punti ottenuti nelle prime due partite.

Young Boys-Villarreal, mercoledì 20 ottobre, ore 21

Anche in questo caso, si tratta di una prima assoluta tra le due squadre in competizioni europee. Il Villarreal ha perso otto delle ultime nove sfide di Champions, mentre gli svizzeri dello Young Boys non perdono da tre gare casalinghe nella competizione. Nel gruppo F (quello dell'Atalanta), lo Young Boys è al secondo posto con 3 punti, mentre il Villarreal è 'fanalino di coda' con 1 punto. 

Benfica-Bayern Monaco, mercoledì 20 ottobre, ore 21

Sono dieci i precedenti in competizioni europee tra le due squadre. Il Benfica non ha mai battuto il Bayern Monaco, per un bilancio che parla di sette vittorie dei tedeschi e tre pareggi. Il Bayern, inoltre, non perde un match in trasferta in Champions da ben 19 partite (l'ultima sconfitta risale al settembre 2017, per 3-0 a Parigi contro il PSG). I tedeschi comandano il gruppo E con 6 punti dopo le prime due giornate, mentre il Benfica segue al secondo posto con 4 punti. 

Chelsea-Malmoe, mercoledì 20 ottobre, ore 21

Sono due i precedenti tra le due squadre in competizioni europee: Chelsea e Malmoe infatti si sono affrontate nei sedicesimi di Europa League nella stagione 2018/19. Sia all'andata che al ritorno, i blues hanno vinto (2-1 in trasferta, 3-0 in casa). Il Chelsea, inoltre, non ha mai perso una partita contro una squadra svedese in competizioni europee. Nel gruppo H (quello della Juventus), il Chelsea occupa il secondo posto con 3 punti, mentre il Malmoe è fermo a 0. 

Lille-Siviglia, mercoledì 20 ottobre, ore 21

L'ultima volta che Lille e Siviglia si sono affrontate in competizioni europee fu agli ottavi di finale di Coppa UEFA nella stagione 2005/06: il Siviglia passò il turno (col risultato complessivo di 2-1) per poi andare a vincere il torneo in finale contro il Middlesbrough. Tuttavia, gli spagnoli hanno perso entrambe le due trasferte europee contro il Lille (1-0 ai gironi di Coppa UEFA nella stagione 2004/05 e 1-0 agli ottavi della stagione 2005/06). Nel gruppo G, il Siviglia occupa il secondo posto con 2 punti, mentre il Lille è ultimo con 1 punto. 

Manchester United-Atalanta, mercoledì 20 ottobre, ore 21

Non esiste alcun precedente tra le due squadre in competizioni europee: l'Atalanta sarà la settima squadra italiana affrontata dal Manchester United in Europa, dopo Fiorentina, Inter, Juventus, Lazio, Milan e Roma). Sei delle ultime sette partite casalinghe europee dei Red Devils contro squadre italiane, sono state vinte dagli inglesi: l'ultima, però, ha visto la vittoria della Juventus di Allegri, nell'ottobre del 2018. L'Atalanta invece ha perso solo una delle ultime sette trasferte di Champions League (contro il Real Madrid lo scorso marzo, per 3-1). Nel gruppo F, l'Atalanta comanda con 4 punti, mentre lo United è terzo a quota 3. 

Zenit San Pietroburgo-Juventus, mercoledì 20 ottobre, ore 21

Solo una volta il cammino di Zenit e Juventus si è incrociato: era la stagione 2008/09 e le due squadre si trovarono nello stesso girone di Champions League. In quell'anno, la Juve vinse in casa 1-0 con un gol di Del Piero e in Russia la partita finì 0-0. Russia terra favorevole ai bianconeri, che negli otto precedenti non hanno mai perso una partita (sette vittorie, un pareggio). Lo Zenit invece ha perso solo una volta in casa contro squadre italiane in competizioni europee: l'ultimna squadra a vincere fu il Milan nei gironi di Champions. Era l'ottobre del 2012. Nel gruppo H, la Juve comanda con 6 punti dopo le prime due partite, mentre lo Zenit è terzo a quota 3. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche