Milan-Dinamo Zagabria, Pioli: "Altro step in avanti, possiamo crescere ancora e sognare"

MILAN
©LaPresse

L'allenatore rossonero commenta la vittoria sulla Dinamo Zagabria: "È l'ennesimo step positivo, ma possiamo crescere ancora. Oggi ad esempio avremmo potuto fare più gol e non avremmo dovuto subirne. Sognare? Sogniamo di notte per realizzare i nostri sogni di giorni. E non ci sono limiti: continuo a pensare che se giochiamo ad alto livello possiamo vincere le partite sia in campionato che in Champions"

MILAN-DINAMO ZAGABRIA 3-1: GOL E HIGHLIGHTS

Tre gol, vittoria e primo posto nel gruppo E di Champions League. Il Milan batte 3-1 la Dinamo Zagabria nella seconda giornata della fase a gironi e torna a vincere in casa nel torneo a distanza di 9 anni dall'ultima volta. Stefano Pioli non può che essere soddisfatto: "Questo per noi è l'ennesimo step positivo - ha detto l'allenatore rossonero nel postpartita a Sky Sport -, lo avevo detto ai miei giocatori: era impossibile che una squadra forte come la nostra, che gioca questo tipo di calcio, non fosse ancora riuscita a vincere a San Siro in Champions. L'anno scorso non ce l'abbiamo fatta, adesso ci siamo riusciti e lo meritano sia i giocatori che i tifosi. C'è soddisfazione per il risultato, anche se credo che si potesse fare anche meglio: ad esempio segnare qualche gol in più e non subire quello che abbiamo preso. Però lavoriamo e giochiamo tanto, quindi qualcosa posso anche concedere ai miei giocatori".

"Tutto dipende da noi, lavoriamo per realizzare i nostri sogni"

leggi anche

Le parole di Maldini prima di Milan-Dinamo Zagabria

Come ha sempre detto, Pioli non vuole che il Milan si ponga limiti: "Continuo a pensare che sia in Italia che in Champions tutto dipenda da noi - ha proseguito l'allenatore -, le prestazioni e il livello devono salire, ma se giochiamo ad alto livello possiamo vincere le partite sia in campionato che in Champions. Non dobbiamo pensare che in Champions serva fare qualcosa di eccezionale. Serve giocare ad un livello alto, ma anche col Napoli, nella prossima partita di campionato, servirà lo stesso. Abbiamo ancora margini di miglioramento e credo che la partita di oggi ne sia la più chiara testimonianza: abbiamo fatto bene ma possiamo gestire meglio e non subire gol. Maldini ha detto che dobbiamo sognare? Sognare è bello, io dico che dobbiamo sognare di notte e lavorare di giorno per raggiungere i nostri sogni. La squdra è generosa ed è bello allenarla, quindi speriamo di continuare così".

"Leao fuori col Napoli? Troveremo altre soluzioni"

MILAN

Scaroni confermato presidente, Cardinale nel Cda

In chiusura un pensiero sui prossimi impegni e sulla gara di Leao, che non ci sarà contro il Napoli perché squalificato: "Questo è stato un periodo molto impegnativo, ma il prossimo lo sarà ancora di più. Non ci sarà la sosta e ci saranno tanti turni infrasettimanali. Per questo dico che bisogna crescere ancora, considerando che il nostro calcio richiede tanta intensità e tanta energia. Ho richiamato Leao? Avevamo preparato delle cose e Rafa doveva stare alto per allargare la squadra, ma se continua a venire dentro con questa qualità va bene. Sulla sua crescita non ci sono dubbi, ma siccome conosco le sue qualità mi aspetto sempre di più. Con il Napoli mancherà e non avremo le stesse caratteristiche - ha concluso Pioli -, ma troveremo delle soluzioni magari con posizioni diverse per fare una grande partita contro un grande avversario".

Giroud: "La sostituzione? Io voglio giocare sempre"

Con il suo gol ha aperto le marcature e si è confermato ancora una volta fondamentale per il Milan. Olivier Giroud è stato sostituito nel corso del secondo tempo e ha avuto una reazione leggermente stizzita: "Io voglio sempre giocare per aiutare la squadra - ha spiegato l'attaccante francese a Sky Sport -, oggi mi sono sentito molto bene. Sono sempre dispiaciuto di uscire, ma è normale. Ho capito che il mister voleva farmi riposare quindi non ci sono problemi, anche se io vorrei sempre stare in campo". Infine l'ex Chelsea e Arsenal ha parlato dell'avvio dei rossoneri nel girone E. "Siamo alla seconda partita, abbiamo quattro punti, stiamo facendo bene ma serve calma, serenità e fiducia. Vedremo: la Champions è la competizione più bella e vogliamo superare i gironi".