Roma, caos sostituzioni: 6 cambi contro lo Spezia in Coppa Italia

Coppa Italia
©Getty

Roma battuta dallo Spezia 4-2 e fuori dalla Coppa Italia ma i giallorossi sarebbero comunque stati probabilmente eliminati per l'intervento del Giudice Sportivo. All'inizio del primo tempo supplementare il doppio cambio Fuzato (per Cristante) e Ibanez (per Pedro) ha portato il numero di cambi a sei. In caso di tempi supplementari è possibile avere un quarto spazio per le sostituzioni ma mai effettuarne una sesta

ROMA, LE DECISIONI DEL CLUB DOPO IL CAOS SOSTITUZIONI

Se è vero che errare è umano, perseverare, oltre che diabolico, da ieri sera è decisamente giallorosso. All'Olimpico, in una serata al limite della follia, la Roma non solo viene battuta per 4-2 dallo Spezia uscendo agli ottavi di Coppa Italia appena 4 giorni dopo essere stata annichilita dalla Lazio nel derby, ma perde anche un pochino la faccia. Il tutto a causa di un incredibile errore tecnico, ancora più grave di quello occorso a Verona alla prima giornata di campionato con l'inserimento di Diawara nella lista sbagliata. Ma cosa è successo esattamente? 

Cosa è successo tra Roma e Spezia

Dopo essere andata sotto 2-0 nei primi 15 minuti dell'incontro, la squadra di Fonseca crea tantissimo e riesce a rimontare lo Spezia sino a concludere i novanta minuti regolamentari sul 2-2. A inizio del primo tempo supplementare, però, ecco l'imponderabile, generato da un'incredibile reazione a catena di eventi sfavorevoli. Mancini, già ammonito, si fa espellere per un inutile fallo a centrocampo; sulla punizione conseguente la difesa giallorossa si addormenta, Pau Lopez esce a vuoto su Piccoli lanciato a rete, liscia il pallone e centra in pieno l'attaccante dello Spezia: altro rosso. In 30 secondi, cosa mai accaduta prima, la Roma si ritrova in 9. In una situazione già complessa, la confusione si impossessa della panchina giallorossa e Fonseca, mal supportato anche dai suoi collaboratori e dal team tanager, decide di operare due cambi: dentro Fuzato per Cristante e Ibanez per Pedro. Il problema, però, è che di sostituzioni la Roma ne aveva già fatte 4, portando in questo modo il numero di cambi a un totale di 6, cosa espressamente vietata dal regolamento. Il tutto senza che nessuno, o quasi, se ne accorga. Nessuno tranne capitan Pellegrini (Dzeko aveva cominciato il panchina la gara), che proprio al momento della doppia sostituzione stava ricevendo da Fonseca le indicazioni tattiche su come schierarsi in campo in nove uomini. Il centrocampista, prima che entri in campo il sesto cambio, per almeno 15-20 secondi si rivolge più volte al team manager, Gianluca Gombar, responsabile anche del caos Diawara della prima giornata di campionato,  chiedendogli se fosse sicuro che la cosa fosse regolare. Nessuna risposta, il cambio avviene. E in quel momento, già destinata a perdere sul campo per essere costretta a giocare mezzora in doppia inferiorità numerica, la Roma ha già perso a tavolino la gara. Per un errore tecnico e per la seconda volta in una stagione. 

Pellegrini al momento del sesto cambio si rivolge al Team Manager: "Ma siamo sicuri?"

Cosa dice il regolamento?

Il regolamento, così come spiegato dalla Figc nel comunicato ufficiale n° 88/A del 9 settembre scorso, prevede infatti cinque cambi in tre slot, escluso l'intervallo, e concede un quarto spazio per le sostituzioni in caso di tempi supplementari. Questo spazio, però, non può essere sfruttato per una sesta sostituzione, né l'arbitro può intervenire in casi del genere. La Figc deliberava due cose: "Di consentire l’effettuazione di un massimo di cinque sostituzioni per ciascuna squadra" e di "prevedere che ogni squadra possa effettuare le suddette sostituzioni utilizzando al massimo tre interruzioni della gara, oltre all’intervallo previsto tra i due tempi di gioco, nonché, nell’eventualità di disputa dei tempi supplementari, una quarta interruzione, oltre a quelle previste tra la fine dei tempi regolamentari e l’inizio del primo tempo supplementare e tra il primo e il secondo tempo supplementare, solo nel caso in cui al termine dei tempi regolamentari siano stati sostituiti meno di cinque calciatori. Si precisa che, laddove le squadre effettuino una sostituzione nello stesso momento, questa verrà considerata un’interruzione della gara utilizzata per le sostituzioni da entrambe le squadre". 

Il precedente del caso Diawara

Un altro problema con il regolamento per la Roma si era verificato alla prima giornata di campionato nel corso della partita tra Hellas Verona e Roma con l’errore su Diawara nella compilazione della lista consegnata alla Lega Serie A (clicca qui per leggere cosa era successo). I giallorossi hanno ricevuto una sconfitta a tavolino per 3-0.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche