Rojo chiama: "Ho fame!". E Mou gli dà una banana

Europa League

Special One sempre protagonista: il difensore argentino "ha fame" e Mou gli passa una banana da bordocampo con "l'aiuto" di Ashley Young. Vittoria col Rostov, quarti di Europa League e festa per il Manchester United

Quando la fame chiama...Rojo risponde. E anche Mourinho. Rewind, cos'è successo? Semplice: durante la gara di ritorno degli ottavi di Europa League tra Rostov e Man United - vinta dai Red Devils per 1-0 grazie a un gol di Mata - il difensore argentino chiede alla panchina... no spuntino. "No problem" dice Mou, che inizia subito a mobilitarsi per accontentare il ragazzo. Detto, fatto. I collaboratori dello Special One gli fanno avere una banana, Ashley Young fa da "messaggero" e la consegna a Rojo, pronto a mangiarla in assoluta tranquillità . Domanda: da dove è arrivata? Probabilmente dagli spogliatoi dell'Old Trafford, chiaro. Crazy Mourinho. Nota curiosa: lo stesso episodio capitò all'ex bandiera Rio Ferdinand qualche anno fa.

"Ha chiesto una banana, che c'è da ridere?" - Dopo la vittoria per 1-0, Mourinho è tornato sull'episodio a fine partita. "Non c'è niente da ridere" ha dichiarato lo Special One, sottolineando il fatto di come sia stato tutto normale. Queste le sue parole: "Ci sono dei limiti nel fisico di ognuno. di noi. E ci sono dei momenti in cui il corpo ha bisogno di qualcosa. Il giocatore ha chiesto una banana - ha proseguito Mourinho - e non c'è niente da ridere riguardo questa cosa.. Significa rispettare i giocatori e i loro limiti perché danno tutto". Infine sulla partita, ai microfoni di Sky Sport: "No, non eravamo nervosi. Nelle ultime 29 gare abbiamo perso solo 2 gare, siamo solo un po' stanchi. Il Rostov era un avversario fresco, riposato. Non è stato facile, non abbiamo segnato subito e nella ripresa ci hanno messo un po' in difficoltà, poi il gol ha messo tutto a posto". Conclude Mou: "Le aspettative non sono uguali alle potenzialità. Abbiamo bisogno di un'altra sessione di mercato per fare bene".

Sulla partita - "Alcuni giocatori erano in difficoltà, è stata una partita difficile. Abbiamo un sacco di nemici. I ragazzi sono stati fantastici. Posso immaginare alcune persone dire che avremmo dovuto giocare meglio, siamo riusciti a farlo ma dobbiamo segnare più gol, non dovremmo avere così tante difficoltà a battere questi avversari, ma la realtà è che abbiamo un sacco di cose in corso contro di noi e dobbiamo combattere. I ragazzi sono incredibili e ci potrebbe stare anche perdere la partita di domenica, ma faremo del nostro meglio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche