Lione, prepartita nel caos: tifosi in campo

Europa League

Prima del match contro il Besiktas, andata dei quarti di finale di Europa League, i tifosi francesi sono scesi sul terreno di gioco dopo il lancio di petardi da parte dei supporters turchi. Anche il presidente Jean-Michel Aulas in campo a tranquillizzare il suo pubblico. Gara cominciata con circa 45 minuti di ritardo. Già nel pomeriggio c'erano stati incidenti in città

Prepartita caotico a Lione. Prima dell'andata dei quarti di finale di Europa League tra i francesi padroni di casa ed il Besiktas, i tifosi del Lione si sono riversati in massa sul terreno di gioco a pochi minuti dal fischio d'inizio. L'invasione è avvenuta dopo l'esplosione di alcuni petardi lanciato dai supporters ospiti. Sono seguiti momenti di tensione e qualche tafferuglio sugli spalti. Per cercare di calmare i tifosi del Lione è sceso in campo anche il presidente Jean-Michel Aulas. Progressivamente è tornata la calma ma l'inizio del match è stato posticipato.

Il via del match

La polizia ha successivamente individuato i responsabili del lancio di petardi (si parla di due tifosi del Besiktas) e solo attorno alle 21:50 è arrivato l'ok per l'ingresso in campo delle squadre e quindi per l'inizio del confronto (con 45' di ritardo).

Incidenti nel pomeriggio

Scontri erano già scoppiati nel tardo pomeriggio davanti allo stadio tra i tifosi del Besiktas e le forze dell'ordine. Ci sono stati alcuni feriti tra cui uno steward. Altri incidenti si sono verificati tra tifosi del Lione e del Besiktas e per disperderli la polizia ha utilizzato dei gas lacrimogeni. Si sono vissuti attimi di panico al punto che alcune famiglie hanno deciso di tornare a casa, rinunciando a vedere quella che era classificata come una partita ad alto rischio. Anche la boutique ufficiale del Lione situata nello stadio è stata danneggiata da alcuni ultrà turchi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche