user
15 marzo 2018

Dinamo Kiev-Lazio 0-2, biancocelesti ai quarti di finale di Europa League. Gol e highlights

print-icon

Grande vittoria all'Olimpiyskiy di Kiev per i biancocelesti, che dopo il 2-2 dell'andata passano ai quarti di finale di Europa League grazie ai gol di Luca Leiva al 22' e di De Vrij all'83

EUROPA LEAGUE, IL LIVE DEI SORTEGGI DEI QUARTI

CLICCA QUI PER RIVIVERE DINAMO KIEV-LAZIO

EUROPA LEAGUE, TUTTI I RISULTATI

DINAMO KIEV-LAZIO 0-2

22' Lucas Leiva, 83' De Vrij

Prosegue il volo della Lazio in Europa League. Dopo il 2-2 dell'andata, la squadra di Simone Inzaghi ha battuto 2-0 a Kiev la Dinamo e ottenuto il passaggio ai quarti di finale. Un gol per tempo, di Lucas Leiva e De Vrij, per un successo netto, meritato e costruito con un gioco aggressivo e accorto. L'allenatore biancoceleste ha indovinato tutte le mosse, compresa quella di schierare dall'inizio Felipe Anderson, che ha spesso mandato in crisi la difesa ucraina. Bene anche Parolo, mentre in attacco Immobile si è battuto senza risparmiarsi. Continua ad essere una piacevole rivelazione il giovanissimo difensore Luiz Felipe, arrivato dalla serie D brasiliana per poi avere una breve esperienza alla Salernitana, e che gioca con crescente autorità. E la Dinamo? Quasi mai incisiva, ha avuto un paio di chance nella ripresa. Troppo poco per centrare la qualificazione. Agli ucraini sarebbe bastato un pareggio, ma la Lazio ha dimostrato di essere decisamente più forte della Dinamo, lontanissima parente di quella dei tempi di Lobanowski.

Così in campo, scelte tattiche

All’Olimpiyskiy di Kiev, contro una Dinamo mai caduta in casa in questa stagione e che vanta uno dei migliori attacchi della competizione; Inzaghi si affida ai titolari: solita difesa a tre in un 3-5-1-1 con Luis Alberto a centrocampo per rifornire le punte, Immobile su tutti; 4-2-3-1, invece, per la giovane formazione di Khatskevich, con Moroziuk, Moraes, Tsygankov alle spalle di Basedin.

Primo tempo

Molto prudente l’atteggiamento della Dinamo in avvio, tanto da lasciare quasi esclusivamente l’iniziativa ad una Lazio aggressiva ma comunque accorta in difesa. Immobile nei primi 16’ ha due buone occasioni per rompere il ghiaccio, poi ci pensa Lucas Leiva a sbloccare sul corner battuto da sinistra da Luis Alberto: il brasiliano anticipa tutti di testa, incluso il portiere Boyko uscito non benissimo. È solo a questo punto che la Dinamo comincia a spingere con più insistenza sull’acceleratore, mettendo in affanno la difesa ospite. Eppure è sempre la Lazio ad andare vicina al gol al 38': Felipe Anderson è devastante sulla sinistra, trova il fondo e serve Immobile che da pochi passi non trova la coordinazione giusta. Poco prima del break, è ancora Immobile a calciare a una manciata di centimetri da Boyko che respinge; il portiere ucraino esce al limite dell'area e si oppone subito dopo ad un pallonetto dello stesso Immobile. La Lazio arriva così al riposo in vantaggio di un gol, ma è un risultato che va decisamente stretto ai biancocelesti, assoluti padroni del campo nei primi 45 minuti.

Secondo tempo

Qualche timido tentativo della Dinamo, che però è sempre in difficoltà in fase di costruzione. La Lazio prova ad approfittarne ma fallisce l'opportunità del raddoppio al 50', quando Shabanov respinge il passaggio centrale di esterno e dal limite di Lucas Leiva e Patric tutto solo spara il pallone oltre la traversa. Legno poi sfiorato anche da Luis Alberto su punizione. La Lazio crea tanto e legittima così il suo vantaggio, ma non riesce ad avere mai la freddezza per chiudere i conti, nonostante Felipe Anderson e Lucas Leiva semplicemente perfetti. Simone Inzaghi chiede equilibrio e mette in campo forze fresche, sostituendo Lulic con Lukaku e Marusic per un contrariato Patric. Tatticamente cambia poco, ma arrivano fondamentali forze fresche. Nella Dinamo, invece, Mbokani prende il posto di Basedin. Ed è proprio su appoggio dell'attaccante congolese che Tsygankov libera un sinistro che va di poco a lato.  Ci prova anche Gonzalez al 78', buona l'iniziativa ma la sua conclusione prende un effetto che la porta lontano dallo specchio della porta. Nel finale spazio a Caicedo per dar fiato ad Immobile e avere un saltatore in più in entrambe le fasi.

De Vrij chiude i conti

Tanta fatica, tanto gioco prodotto e all'80' arriva il raddoppio di De Vrij che spegne le speranze della Dinamo e spedisce la Lazio ai quarti di Europa League. Per la gioia e nella foga, Simone Inzaghi scivola nel momento dell'esultanza. Un piccolo e innocuo incidente in una serata perfetta.

LO SCIVOLONE DI SIMONE INZAGHI

TABELLINO:

Dinamo Kiev (4-2-3-1): Boyko; Kedziora, Burda, Kadar (45' Shabanov), Pivaric; Shepelev, Buyalskiy; Moroziuk (56' Gonzalez), Moraes, Tsygankov; Besedin (69' Mbokani)

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, de Vrij, Radu; Patric (74' Marusic), Parolo, Leiva, Luis Alberto, Lulic (68' Lukaku); Felipe Anderson; Immobile (79' Caicedo).

Post partita: le statistiche

- La Lazio non arrivava ai quarti di finale di Europa League dal 2012/2013.

- La Lazio ha mantenuto la porta inviolata dopo tre partite di fila in cui aveva concesso gol (cinque reti).

- Limitandosi all’Europa la squadra biancoceleste ha vinto dopo due sconfitte esterne consecutive.

- La Dinamo Kiev non perdeva in casa in competizioni europee da sette partite (5V, 2N).

- Lucas Leiva ha segnato due gol in stagione, entrambi in Europa League.

- Quattro dei nove gol di Lucas Leiva da quando è in Europa sono stati realizzati di testa.

- Lucas Leiva ha segnato due gol in sette partite di Europa League con la Lazio, tanti quanti in 25 presenze con il Liverpool nella stessa competizione.

- Tra Serie A (cinque) ed Europa League (cinque) la Lazio ha segnato 10 gol su sviluppo di corner in stagione.

- Stefan De Vrij ha segnato otto gol con la Lazio, quello di stasera è il primo in competizioni europee.

- In questa stagione Stefan De Vrij ha segnato cinque gol con altrettanti tiri nello specchio della porta.

Europa League 2017-2018: tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi