Rio Ave-Milan, Pioli: "Il gruppo è il leader di questa squadra"

Europa League

L’allenatore dei rossoneri ha presentato così la sfida col Rio Ave in conferenza stampa: "In Portogallo per il primo obiettivo della stagione. Servirà una partita di grande livello perché è un avversario più forte dei precedenti. Leao titolare? No, deve ritrovare la condizione. Disponibile solo per uno spezzone di gara. Ibra? E' dentro il gruppo in tutto e per tutto, anche solo attraverso la chat. Qui c'è grande voglia di stare insieme"

RIO AVE-MILAN LIVE

Dopo aver sconfitto Shamrock Rovers e Bodø/Glimt, il Milan si prepara ad affrontare l’ultima sfida che lo separa dalla fase a gironi dell’Europa League: i portoghesi del Rio Ave. Stefano Pioli ha presentato così la partita in conferenza stampa.

 

Come arriva la squadra a questa partita?

"Siamo allenati dopo le due gare precedenti così come i nostri avversari, è una questione di approccio e mentalità. Dobbiamo dare il massimo e ottenere il massimo, con tanto rispetto degli avversari".

 

È un'occasione di crescita?

"Deve esserlo, di fronte abbiamo una squadra che ha vinto due partite in trasferta e ha battuto il Besiktas, è una squadra tecnica, che usa il possesso palla per comandare la partita, e servirà una gara di livello. Proveremo ad essere aggressivi ma dobbiamo essere lucidi per capire quando bisognerà aspettarli".

 

Qual è la situazione degli infortunati?

"Romagnoli sta rientrando in gruppo, la sosta in questo senso sarà importante. Spero che possa essere così anche per Conti. Musacchio invece non so se sarà pronto dopo la sosta".

 

In attacco punterà su Leao o su Colombo?

"Non sono le uniche scelte, dipenderà da come vorremo giocare. Sono contento della disponibilità di Leao ma ha fatto pochi allenamenti con noi e deve ancora migliorare la condizione. Domani potrebbe fare uno spezzone".

vedi anche

Rio Ave-Milan, tutto quello che c'è da sapere

Kessié difensore centrale è un'opzione con Tonali e Bennacer a centrocampo?

"Mi auguro di non arrivare a questo perché significherebbe aver perso uno dei centrali".

 

Come giudica la prova di Brahim Diaz a Crotone?

"Era la prima partita, può fare meglio ma è in crescita. Domani è disponibile, devo decidere chi giocherà sugli esterni".

 

Cosa dice di Paquetà?

"Lo ringrazio per la disponibilità e gli faccio un sincero in bocca al lupo. Qui ha avuto delle difficoltà ma le qualità per fare bene".

 

Come vede i terzini così alti?

"Dipende dal tipo di costruzione che vogliamo mettere in pratica. Per ora stiamo costruendo così, poi dipende sempre dal tipo di partita. Abbiamo le caratteristiche per giocare con un esterno più basso e l'altro più alto".

 

Kessié è un leader di questa squadra?

"La cosa più importante è sempre il gruppo e su questo bisogna insistere. Franck è un ragazzo positivo, concentrato e disponibile per la squadra, tutti lo stiamo apprezzando molto".

 

Domani si può chiudere un cerchio?

"È il nostro primo obiettivo stagionale, vogliamo passare il turno per poter fare un cammino più lungo in Europa".

 

Come state vivendo questa settimana?

"Dobbiamo pensare soltanto alla partita di domani e poi allo Spezia, con la speranza di poter rivedere presto i tifosi allo stadio. Ci sono dei professionisti che si stanno occupando di questa situazione e dobbiamo affidarci a loro".

 

Quanto è importante questa partita per il calcio italiano?

"Non sono mai gare semplici. Il Rio Ave è più forte delle precedenti avversarie, dobbiamo fare una grande partita".

 

Come sta Ibrahimovic?

"È nel gruppo in tutto e per tutto, i ragazzi si stimolano e si sentono via chat. Il leader sta diventando il gruppo, la voglia di essere soddisfatti e felici di ciò che si fa in campo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche