Milan-Stella Rossa, Pioli: "C' stanchezza mentale, non dominiamo più le partite"

milan

L'allenatore del Milan è felice per il passaggio del turno ma riconosce il momento di difficoltà della squadra: "Prima dominavamo, ora subiamo le partite, c'è un po' di stanchezza mentale". Ed ancora: "Basta poco per diminuire il livello delle prestazioni, ma questo passaggio del turno ci dà fiducia"

SORTEGGIO EUROPA LEAGUE LIVE

E' uno Stefano Pioli soddisfatto a metà al termine del match pareggiato con la Stella Rossa che vale al Milan l'approdo agli ottavi di Europa League. L'allenatore rossonero è felice per il traguardo raggiunto ma è consapevole di una brillantezza che manca: "La squadra seppur giovane è mentalmente matura - dice - Non è il nostro momento migliore, i tanti risultati ci hanno dato energia e fiducia ora qualcosina è venuta meno. Credo che abbiamo fatto una partita seria, dispiace non aver saputo gestire il vantaggio perché c’era la possibilità con più precisione e con più qualità nei passaggi di comandare la partita, ma oggi era importante passare questo turno e credo che il Milan abbia comunque meritato".

"La responsabilità non ci deve frenare"

approfondimento

Il Milan soffre ma passa: 1-1 con la Stella Rossa

Un modo, dunque, per vedere il bicchiere mezzo pieno: "Se pensiamo alla nostra stagione, il bicchiere è colmo di positività - prosegue - L'Europa League è il nostro obiettivo ma ti dà la certezza di partecipare alla Champions solo se arrivi in fondo, questo è un passaggio importante e difficile in un momento in cui commettiamo qualche errore e siamo un po’ meno solidi e compatti ma era importante ritrovare un po' di fiducia. Stasera abbiamo avuto le occasioni  per chiuderla, all’andata non abbiamo cercato il terzo gol. Stanchezza fisica? La preparazione è stata quello che è stata, c’è un po’ di stanchezza mentale ma a questi livelli basta poco per diminuire il livello delle prestazioni". Dalla panchina tanti consigli ai suoi: "Cerco di stare vicino ai giocatori, di motivarli e di spronarli, poi dopo in settimana se c’è bisogno di dire le cose si dicono ma abbiamo un grande senso di responsabilità e questo non ci deve mettere il freno, siamo una squadra giovane che deve passare da queste difficoltà e ciò ci permetterà di diventare ancora più forti".

"Dobbiamo tornare a dominare le partite"

Ma cosa non sta funzionando alla perfezione in questo momento? "Credo che prima riuscivamo a comandare di più le partite e avere la squadra nella metà campo offensiva, tutto questo fraseggio non viene perché o ci conoscono meglio o calciamo troppo e ci allungjiamo, dobbiamo tornare a dominare le partite e a essere un po’ meno passivi, lavoreremo su quello, ci manca un po’ di dominio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.