Juventus, De Ligt: "All'Ajax mi sentivo invincibile, ora datemi tempo"

Europei

Il difensore della Juventus torna sul suo inizio di stagione al di sotto delle aspettative in bianconero: "Non lo so perché non rendo come vorrei, continuerò a lavorare duramente"

Un inizio di stagione complesso per Matthijs De Ligt. Sette partite con la maglia bianconera fin qui e una continuità trovata complice anche l’infortunio al ginocchio di Chiellini. Un inizio di campionato difficile, a riconoscerlo è lo stesso difensore della Juventus, che dal ritiro della propria nazionale analizza così i suoi primi mesi in Italia: "Non lo so nemmeno io perché non sto rendendo come vorrei, io posso continuare a lavorare duramente e fare del mio meglio, cercando di imparare dai miei compagni" ha detto De Ligt a Fox Sports.

"All'Ajax mi sentivo invincibile"

In questi giorni il ventenne difensore olandese è stato protagonista con la maglia della propria nazionale nelle partite vinte contro Irlanda e Bielorussia. Due gare nelle quali è stato impiegato in entrambe da titolare dimostrando come il problema non sia la condizione fisica: "Non è un discorso di forma, all’Ajax mi sentivo invincibile, ora è diverso, ma credo sia normale perché per me è tutto nuovo. Sto migliorando e non sono preoccupato per le mie prestazioni. Sto giocando con continuità e questa è la cosa importante. Alla fine andrà tutto bene e la stagione sarà positiva" ha concluso De Ligt.

I più letti