Spagna ko ai rigori, Piqué: "Chi tira per primo è avvantaggiato". E propone nuovo ordine

Europei
©IPA/Fotogramma

Il difensore del Barcellona sottolinea un aspetto dopo il ko della Spagna contro l'Italia a Euro 2020: la squadra che tira per prima dal dischetto ha un vantaggio rispetto alla seconda. La soluzione per eliminare questo fattore potrebbe seguire il tie-break nel tennis: dopo il primo calcio di rigore, l'altra squadra potrebbe battere per prima due volte nella sequenza

DONNARUMMA: "QUESTA ITALIA HA UN CUORE GRANDE"

L'Italia supera la Spagna per 5-3 ai calci di rigore conquistando la finale di Euro 2020 al termine di una partita molto tirata. Tra le reazioni per l'eliminazione della nazionale spagnola dalla competizione non è passata inosservata quella di Gerard Piqué, difensore del Barcellona ed ex pilastro delle Furie Rosse. Dopo i complimenti alla nazionale allenata da Roberto Mancini ("Non credo ci sia una squadra migliore nella competizione, ma i rigori a volte sono molto crudeli") Piqué ha puntato il dito contro un aspetto: il vantaggio che la squadra che tira per prima dal dischetto avrebbe rispetto alla seconda. "Non è un caso che nelle quattro volte che si è andati ai rigori tra Europeo e Copa America abbia vinto la squadra che ha tirato per prima - evidenzia - le statistiche dicono che il primo ha più opzioni e non trovo giusto che in una competizione del genere un pareggio ti faccia partire svantaggiato" il suo pensiero su Twitter. Tesi sostenuta da uno studio pubblicato dall'American Economic Association, basato sulle più importanti partite risolte dal dischetto a livello nazionale e internazionale tra il 1970 e il 2000: nel 60% dei casi chi calcia il primo rigore poi vince.

Il format proposto da Piqué: l'ispirazione arriva dal tennis

vedi anche

Chiellini scherza durante il sorteggio dei rigori

L'opinione di Piqué ha catalizzato consensi e critiche su Twitter. Ai tanti utenti che gli chiedevano una soluzione, il difensore ha risposto con una proposta. Adottare un format che possa garantire un diverso ordine dal dischetto tra le due squadre: dopo il primo calcio di rigore, l'altra squadra potrà poi batter per prima due volte nella sequenza. "Penso che il format migliore sia ABBAABBAAB - sottolinea - in questo modo le squadre,  se non sbagliano rigori, si alternano andando avanti. Dal punto di vista emotivo, calciare per primi incide molto". Adottando l'ordine suggerito da Piqué, in Italia-Spagna l'ordine dagli 11 metri sarebbe stato: Locatelli, Olmo, Gerard Moreno, Belotti, Bonucci, Thiago Alcantara, Morata, Bernardeschi, Jorginho. Un approccio simile a quello adottato al servizio nei tie-break del tennis, sport che il difensore conosce bene in quanto organizzatore della Coppa Davis. Avrà un futuro? Di certo, la proposta è stata lanciata. Anche se a smentire in parte il pensiero di Piqué è stata la serie di realizzazioni nella lotteria dei rigori di Wembley: ha vinto l'Italia, che ha calciato per prima, ma il primo rigore azzurro è stato parato da Unai Simon a Locatelli.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche